SoSi

I Cani possono Mangiare le PRUGNE

Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2024

I cani possoono mangiare le prugne, attenzione a eliminare sempre il nocciolo che può causare blocco intestinale o lacerazioni interne. Le prugne sono ricche di vitamine A e C, fibre, sali minerali e antiossidanti. Non tutti i cani tollerano il fruttosio el fibre della prugna, meglio moderare la quantità.

Le prugne fanno parte di un gruppo di 25 Frutti super Benefici per i Cani, alcuni mai visti, altri comuni. Se anche a te piace dare snack salutari e freschi al tuo cucciolo devi assolutamente leggere l’articolo!

Sai se i cani possono mangiare le prugne secche oppure quante prugne può mangiare un cane?

Vediamolo insieme:

Capitoli

La Prugne fanno Bene al Cane

Prugne al cane. I cani possono mangiare le prugne e le prugne fanno bene al cane

I cani possono mangiare le prugne, questo frutto però, se mangiato dal cane, ha sia dei pregi che dei difetti.

Le prugne fanno bene al cane, sono ricche di nutrienti importanti come vitamine A e C, potassio e fibre. Questi nutrienti possono supportare il sistema immunitario, migliorare la salute digestiva e contribuire all’idratazione del cane.

Tuttavia, esiste altra frutta considerata più sicura e nutriente delle prugne.

Il principale rischio legato al consumo di prugne da parte dei cani è rappresentato dal nocciolo, se mangiato può provocare un blocco intestinale o lacerare le pareti dello stomaco. Inoltre, l’elevato contenuto di zuccheri e calorie delle prugne rende questo frutto particolarmente problematico per cani in sovrappeso o con condizioni metaboliche specifiche.

Benefici e Valori Nutrizionali delle Prugne per i Cani

Le prugne, benché non siano un elemento necessario nella dieta di un cane, possono offrire alcuni benefici nutrizionali se date con le giuste precauzioni. La chiave sta nell’evitare i noccioli e nel moderare la quantità, considerando le caratteristiche individuali di ciascun cane.

I cani possono mangiare le prugne, ecco i benefici:

Benefici Nutrizionali delle Prugne per i Cani

  • Fonte di Vitamine e Minerali: Le prugne sono ricche di vitamine A e C, che supportano il sistema immunitario del cane, e potassio, essenziale per il corretto funzionamento del cuore e dei muscoli​​.
  • Fibra Alimentare: Le prugne contengono una buona quantità di fibra, che può aiutare a regolare la digestione e prevenire problemi di stitichezza nel cane​​​​.
  • Antiossidanti: I polifenoli e altri antiossidanti presenti nelle prugne combattono lo stress ossidativo e proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi, contribuendo alla salute generale del cane​​.

Parliamo ora dei valori  nutrizionali, ti condivido una tabella super accurata.

Valori nutrizionali delle prugne

Ecco i valori nutrizionali per 100 grammi di prugne fresche:

  • Acqua: 87,50 grammi
  • Carboidrati: 10,50 grammi
  • Proteine: 0,50 grammi
  • Grassi: 0,10 grammi
  • Fibre: 1,50 grammi
  • Potassio: 190 mg
  • Ferro: 0,20 mg
  • Calcio: 13 mg
  • Fosforo: 14 mg
  • Vitamina C: 5 mg
  • Vitamina A: 16 µg​

Quante prugne può mangiare un cane

La quantità di prugne che un cane può mangiare varia in base a diversi fattori, come la taglia del cane, la sua salute generale, e la presenza di qualsiasi condizione medica specifica.

Tuttavia, in generale, le prugne dovrebbero essere date con cautela e in quantità molto limitate, principalmente per due motivi: il contenuto di zuccheri e il pericolo rappresentato dai noccioli.

Non esiste una regola precisa per la somministrazione di prugne ai cani. Tutti i cani sono diversi, alcuni tollerano bene certi cibi altri no. Esattamente come noi!

Ecco però alcune linee guida generali per introdurre con sicurezza questo frutto nella dieta del tuo cane:

  1. Inizia con Piccole Quantità: Per i cani che non hanno mai mangiato prugne, inizia con un piccolo pezzetto di prugna (senza nocciolo) per testare la loro reazione.
  2. Osserva il Cane: Dopo aver dato una piccola quantità di prugna, osserva il tuo cane per eventuali segni di disagio digestivo o allergie.
  3. Moderazione è Cruciale: Anche se il tuo cane sembra tollerare bene le prugne, questi frutti dovrebbero essere offerti solo come uno spuntino occasionale e non come parte regolare della loro dieta.

Prugne al cane: Succo di Prugna, Marmellata o Prugne Secche

I cani possono mangiare le prugne, ma stiamo parlando di quelle fresche! Possono mangiare anche il succo, la marmellata o quelle secche? 

Iniziamo:

I cani possono bere il succo di prugne?

Il succo di prugne non è raccomandato per i cani principalmente a causa dell’alto contenuto di zuccheri e fibre, che possono causare problemi digestivi come diarrea o crampi​​.

I cani hanno un sistema digestivo diverso da quello degli esseri umani, e ciò che è salutare per noi potrebbe non esserlo per loro.

In particolare, il fruttosio in quantità elevate, presente nel succo di frutta, può essere difficile da digerire per i cani, portando a disturbi dello stomaco.

Inoltre, il succo di prugne potrebbe contenere altri ingredienti o additivi che non sono sicuri per i cani. Anche se il succo di prugne puro potrebbe sembrare una scelta migliore, il rischio di problemi digestivi rende questa opzione non ideale.

Se stai cercando modi per aiutare il tuo cane con problemi digestivi come la stitichezza, ci sono alternative più sicure e specificamente formulate per i cani.

Ad esempio, piccole quantità di zucca possono essere un’opzione sicura e naturale per aiutare la digestione del tuo cane.

I cani possono mangiare la marmellata di prugne?

Dare marmellata di prugne ai cani non è consigliato. Anche se le prugne fresche possono essere offerte in piccole quantità e senza nocciolo, la marmellata di prugne presenta problemi aggiuntivi:

  1. Zuccheri Elevati: La marmellata di prugne contiene zuccheri aggiunti o concentrati che possono essere dannosi per i cani, contribuendo all’aumento di peso, al rischio di diabete e a problemi dentali.

  2. Additivi e Conservanti: Molti tipi di marmellata contengono additivi e conservanti per prolungarne la durata di conservazione, che possono essere nocivi per la salute del cane.

  3. Xilitolo: Alcune marmellate potrebbero contenere Xilitolo, un dolcificante artificiale estremamente tossico per i cani, anche in piccole quantità. L’ingestione di xilitolo può causare un rapido rilascio di insulina, portando a ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue), che può essere fatale.

Posso dare prugne secche al cane?

Non è consigliabile dare prugne secche ai cani. Le prugne secche hanno diversi potenziali problemi per la salute dei cani:

  1. Alto Contenuto di Zuccheri e Calorie: Le prugne secche hanno un elevato contenuto di zuccheri e calorie, concentrato a causa della rimozione dell’acqua durante il processo di essiccazione. Questo può portare ad aumento di peso e può essere particolarmente problematico per i cani con predisposizione al diabete o problemi di peso​​.

  2. Rischio di Disturbi Gastrointestinali: La ricca concentrazione di fibre e zuccheri nelle prugne secche può causare disturbi gastrointestinali come diarrea o vomito nei cani​​.

  3. Pericolo di Asfissia o Blocco Intestinale: Se le prugne secche contengono ancora il nocciolo, c’è un rischio di soffocamento o blocco intestinale, che può essere pericoloso e richiedere interventi veterinari d’emergenza​​​​.

  4. Tossicità del Nocciolo: I noccioli di prugna contengono cianuro, sostanza tossica per i cani se ingerita in quantità sufficiente. Anche senza noccioli, il rischio di effetti negativi sulla salute rende le prugne secche un’opzione poco sicura per l’alimentazione del tuo cane​.

Le prugne fanno male ai cani? Quando?

I cani possono mangiare le prugne, ci sono però dei momenti o dei casi in cui le prugne fanno male al cane, vediamoli insieme:

Le prugne possono essere nocive per i cani in alcune circostanze specifiche, anche se non sono considerate tossiche allo stesso modo di altri frutti come l’Uva o l’Avocado.

I principali motivi per cui le prugne possono essere dannose per i cani sono:

  1. Noccioli di Prugna: I noccioli non solo rappresentano un rischio alto di soffocamento, ma contengono anche cianuro, una sostanza tossica per i cani. Come detto prima, l’ingestione dei noccioli può portare a seri problemi di salute, inclusi sintomi come difficoltà respiratorie, ipersalivazione, dilatazione pupillare e, in casi gravi, shock o insufficienza respiratoria​​.

  2. Alto Contenuto di Zuccheri e Fibre: Le prugne hanno un alto contenuto di zuccheri e fibre, il che può portare a disturbi gastrointestinali come diarrea o vomito nei cani, soprattutto se consumate in grandi quantità​​.

  3. Possibilità di Disturbi Gastrointestinali: Anche piccole quantità di prugne possono causare problemi di stomaco in alcuni cani, particolarmente quelli con sistemi digestivi sensibili o con preesistenti condizioni di salute​​.

Quando le Prugne Possono Essere Particolarmente Nocive:

  • Ingestione di Noccioli: Come già accennato, l’ingestione dei noccioli può essere molto pericolosa. Se sospetti che il tuo cane abbia ingerito noccioli di prugna, è importante contattare immediatamente il veterinario.

  • Cani con Preesistenti Problemi di Salute: I cani che soffrono di diabete o sono inclini a problemi di peso dovrebbero evitare cibi ad alto contenuto di zucchero come le prugne.

  • Grande Quantità: Anche senza i noccioli, il consumo di grandi quantità di prugne può portare a problemi digestivi a causa dell’elevato contenuto di fibre e zuccheri.

Cosa fare se il cane ha mangiato troppe prugne

Se il tuo cane ha mangiato troppe prugne, ecco una guida specifica su come agire:

  1. Osservazione: Controlla attentamente il tuo cane per qualsiasi segno di disagio o malessere, come vomito, diarrea, letargia o difficoltà respiratorie. Questi possono essere segni che il tuo cane sta avendo una reazione negativa all’eccesso di prugne o potenzialmente al nocciolo inghiottito.

  2. Valuta la Quantità Ingerita: Prova a determinare quante prugne il tuo cane ha mangiato e se potrebbe aver ingoiato dei noccioli. Questo sarà utile quando parlerai con il veterinario.

  3. Contatto Veterinario Immediato: Se il tuo cane mostra segni di malessere o se hai motivo di credere che abbia ingerito dei noccioli, contatta subito il veterinario. I noccioli delle prugne possono causare ostruzione intestinale e sono tossici a causa del contenuto di cianuro.

  4. Segui le Istruzioni del Veterinario: In base ai sintomi e alla situazione, il veterinario potrebbe raccomandare di portare il cane per un controllo immediato, potrebbe suggerire di monitorare il cane a casa, o potrebbe fornire specifiche istruzioni su come procedere.

Alternative alle prugne per i Cani

Abbiamo visto che i cani possono mangiare le prugne, ma anche che esistono alternative con i valori nutrizionali simili. 

Vediamo le alternative alle prugne per i cani:

  1. Banana: Le Banane sono sicure per i cani in piccole quantità. Sono ricche di potassio, vitamine, biotina, fibre e rame. Dovrebbero essere somministrate in pezzi piccoli per evitare problemi digestivi. È importante non dare al cane la buccia di banana.

  2. Guava: La Guava è un’altra opzione sicura per i cani, in quantità limitate. Questo frutto è una buona fonte di vitamina C, potassio e fibre alimentari. Tuttavia, come per tutti i frutti, dovrebbe essere offerto in pezzi piccoli e senza semi.

  3. Mango: I cani possono mangiare Mango con moderazione. Questo frutto è una ricca fonte di vitamine A, C, E e una serie di altri nutrienti essenziali. Ricorda di rimuovere la pelle e il grosso seme centrale prima di offrirlo al tuo cane, poiché il seme può essere un rischio di soffocamento.

  4. Papaya: La Papaya è un altro frutto che i cani possono godere in sicurezza. È benefica per la digestione grazie al suo contenuto di enzimi papaini. Assicurati di rimuovere i semi, che possono essere pericolosi, e di offrire la papaya in piccoli pezzi.

  5. Ananas: Anche l’Ananas è sicuro per i cani in piccole quantità. È un’ottima fonte di vitamina C e contiene un enzima chiamato bromelina, che aiuta nell’assorbimento delle proteine. L’ananas fresco, in piccoli pezzi, può essere un sano e delizioso trattamento per il tuo cane.

Articoli Correlati
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.