SoSi

Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2024

I Cani possono Mangiare il Kiwi?

Kiwi al cane, il cane può mangiare il kiwi

I cani possono mangiare il kiwi, questo frutto esotico è ricco di vitamina C, vitamina E, fibre, potassio e antiossidanti. I benefici del kiwi sono: Supporto sistema immunitario, miglioramento della digestione, miglioramento del pelo e protezione dai danni ossidativi nel cane. 

Il kiwi fa arte di un gruppo di frutti che fanno molto bene ai cani, se anche tu integri l’alimentazione del tuo cucciolo con snack salutari, devi vedere tutti i 25 Frutti!

Sai quanto kiwi può mangiare un cane e quali possono essere gli effetti negativi?? 

Iniziamo:

Capitoli

Benefici e Valori nutrizionali del Kiwi per il Cane

I cani possono mangiare il kiwi, infatti questi frutti offrono una serie di benefici per la salute dei cani quando dati nella loro dieta con moderazione:

  1. Supporto al Sistema Immunitario: Grazie all’alta concentrazione di Vitamina C, il kiwi può aiutare a rinforzare il sistema immunitario dei cani.
  2. Miglioramento della Digestione: Le fibre presenti nel kiwi contribuiscono a una digestione regolare, aiutando a prevenire problemi come la costipazione.
  3. Salute della Pelle e del Pelo: I nutrienti e gli antiossidanti nel kiwi possono promuovere una pelle sana e un pelo lucido.
  4. Protezione Antiossidante: Gli antiossidanti nel kiwi aiutano a proteggere le cellule dai danni ossidativi e a combattere l’invecchiamento.
 

Valori Nutrizionali del Kiwi per 100 grammi

Per fornire un quadro chiaro dei valori nutrizionali del kiwi, ecco i dati riferiti a 100 grammi di questo frutto:

  • Calorie: Circa 61 kcal
  • Proteine: 1.1 g
  • Carboidrati: 14.7 g (di cui zuccheri 9 g)
  • Fibre: 3 g
  • Grassi: 0.5 g
  • Vitamina C: 92.7 mg 
  • Potassio: 312 mg 
 

Questi valori indicano che il kiwi è un frutto ricco di nutrienti, con un’elevata quantità di Vitamina C e fibre, oltre a un buon apporto di potassio.

Tuttavia, data la sua ricchezza in zuccheri, è importante darlo in piccole quantità ai cani per evitare problemi di salute come l’obesità o problemi dentali.

Quanto kiwi può mangiare un cane?

Per offrire kiwi al tuo cane in modo sicuro, è fondamentale considerare la taglia del cane e introdurre il frutto gradualmente.

I cani possono mangiare il kiwi, ecco una guida pratica sulle quantità consigliate di kiwi in base alla taglia del cane:

  • Cani di Piccola Taglia: Inizia con 1 o 2 piccole fettine di kiwi. Se non ci sono reazioni negative, questa quantità può essere offerta occasionalmente.
  • Cani di Media Taglia: Puoi offrire fino a 1/4 di un kiwi intero. Osserva come reagisce il tuo cane prima di renderlo un trattamento occasionale.
  • Cani di Grande Taglia: Mezzo kiwi è generalmente sicuro per i cani più grandi, a condizione che non mostrino reazioni avverse dopo l’assunzione.

Come dare Kiwi al Cane: Precauzioni!

Quando si decide di introdurre il kiwi nella dieta del tuo cane, è importante farlo con attenzione per assicurarsi che sia un’esperienza positiva sia per te che per il tuo amico a quattro zampe.

Non sempre ma alcuni cani sono sensibili a questro frutto. Ecco alcune precauzioni da considerare:

Inizia con Piccole Quantità: La prima volta che offri kiwi al tuo cane, inizia con una piccola quantità (ad esempio, una o due fettine piccole) per vedere come reagisce. Anche se è un alimento sicuro, ogni cane può reagire in modo diverso.

Rimuovi la Pelle: La pelle del kiwi può essere difficile da digerire per i cani e potrebbe causare soffocamento o un blocco intestinale. Assicurati di pelare il frutto prima di darglielo.

Monitora il Cane dopo l’Ingestione: Osserva il tuo cane per alcune ore dopo aver mangiato kiwi per qualsiasi segno di malessere, allergia o disturbo gastrointestinale, come vomito, diarrea, o gonfiore.

Evita Kiwi Non Maturo o Troppo Maturo: Il kiwi non maturo può essere troppo acido, mentre quello troppo maturo potrebbe essere troppo dolce e non adatto. Scegli un kiwi ben maturo ma non troppo morbido.

Considera le Condizioni di Salute Preesistenti: Se il tuo cane ha problemi di salute specifici, come diabete o problemi gastrointestinali, consulta il tuo veterinario prima di aggiungere kiwi o qualsiasi nuovo alimento alla sua dieta.

Kiwi come Trattamento, Non come Pasto: Il kiwi dovrebbe essere considerato un trattamento e non un sostituto dei pasti. Assicurati che la maggior parte della dieta del tuo cane sia composta da alimenti formulati specificamente per le sue esigenze nutrizionali.

Varia la Dieta: Se il tuo cane apprezza il kiwi e non mostra effetti negativi, puoi includerlo occasionalmente come parte di una dieta variata, che può aiutare a fornire un range di nutrienti benefici.

Seguendo questi consigli, su come dare kiwi al cane, puoi aiutare a garantire che l’introduzione del kiwi nella dieta sia sicura e godibile.

Ricorda, la salute e il benessere del tuo cane sono sempre la priorità, quindi procedi sempre con cautela e sotto la guida di un professionista veterinario qualificato.

Il Kiwi fa Male al Cane? Quando?

I cani possono mangiare il kiwi, Questo frutto di origine cinese è generalmente sicuro per i cani se dato in piccole quantità e con moderazione.

Tuttavia, ci sono alcune circostanze in cui il kiwi potrebbe non essere adatto o potrebbe causare problemi al tuo cane

Il Kiwi fa male al cane? vediamo quando:

Allergie al Kiwi

Alcuni cani potrebbero sviluppare allergie al kiwi. I segni di una reazione allergica possono includere prurito, eruzioni cutanee, gonfiore del viso o difficoltà respiratorie. Se noti questi sintomi dopo aver dato kiwi al tuo cane, smetti di darglielo e consulta un veterinario.

Problemi Digestivi

Il kiwi contiene sia zuccheri che fibre, che, se consumati in grandi quantità, possono causare problemi digestivi come diarrea o vomito. Inoltre, la pelle del kiwi può essere difficile da digerire e dovrebbe sempre essere rimossa prima di offrire il frutto al cane.

Quantità Eccessive di kiwi

Anche se il kiwi offre benefici nutrizionali, dovrebbe essere considerato un trattamento e non una parte significativa della dieta del cane. L’assunzione eccessiva può portare a squilibri nutrizionali o contribuire all’obesità.

Cani con Condizioni di Salute Preesistenti

I cani con problemi di salute specifici, come diabete, possono richiedere diete speciali. Il kiwi, essendo naturalmente dolce, può influenzare i livelli di zucchero nel sangue. Consulta sempre un veterinario prima di introdurre nuovi alimenti nella dieta di un cane con condizioni mediche preesistenti.

Quali altri frutti possono mangiare i Cani

Molti frutti sono sicuri e salutari per i cani se dati con moderazione e come parte di una dieta equilibrata.

Ecco un elenco di frutti che i cani possono mangiare, ricordando sempre di rimuovere semi, noccioli e pelli dure, che possono essere pericolosi o difficili da digerire:

Mele: Le mele sono una buona fonte di vitamine A e C, nonché di fibre. Assicurati di rimuovere i semi e il torsolo, che possono essere nocivi.

Banane: Le banane sono ricche di potassio, vitamine e fibre. Dovrebbero essere offerte in piccole quantità a causa del loro alto contenuto di zucchero.

Anguria: Ricca di vitamine A, B6 e C, oltre che di potassio. Rimuovi sempre semi e buccia prima di offrirla al tuo cane.

Pere: Le pere sono una buona fonte di vitamine C e K, nonché di fibre. Assicurati di rimuovere il torsolo e i semi prima di darle al tuo cane.

Fragole: Le fragole sono ricche di fibre e vitamina C. Dovrebbero essere somministrate in piccole quantità.

Mirtilli: I mirtilli sono ottimi per i cani, grazie al loro alto contenuto di antiossidanti, fibre e vitamine C e K.

Cocomero (Anguria): È ricco di vitamine A, B6 e C, e deve essere offerto senza semi e senza buccia.

Pesche: Le pesche sono sicure per i cani, ma il nocciolo deve essere rimosso per evitare rischi di soffocamento o intossicazione da cianuro.

Articoli Correlati
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *