SoSi

I Cani possono Mangiare i Cachi

Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2024

I cani possono mangiare i cachi, con moderazione. Questo frutto dolce è ricco di zuccheri ma anche di vitamine (A,B,C) e sali minerali (Potassio, Fosforo, Magnesio). Attenzione ai semi che sono pericolosi e possono dare infiammazioni, causare diarrea e febbre o un ostruzione intestinale.

Oltre ai cachi c’è un bel gruppo di Frutta che possono Mangiare i Cani. Alcuni sarà difficile trovarli nei supermercati normali, altri li vediamo tutti i giorni!

Sai che i cachi non fanno sempre bene per i cani?

Vediamo quando:

Capitoli

I cachi fanno bene ai cani

I cani possono mangiare i cachi

I cani possono mangiare i cachi, questo frutto fa bene. Tuttavia, è importante moderare la quantità di cachi data al cane per evitare problemi digestivi e tenere presente che più un caco matura, più il suo contenuto di zuccheri aumenta, rendendolo meno adatto a cani obesi o diabetici​​.

I cachi sono calorici, con circa 65-70 kcal per ogni 100g, e gli zuccheri rappresentano circa il 16-18% del frutto.

Nonostante siano fonte di vitamina C e beta-carotene, è consigliato evitare il caco nei cani diabetici a causa dell’alto contenuto di zuccheri​​.

I semi di cachi non sono tossici ma possono causare ostruzione intestinale e soffocamento, quindi dovrebbero essere sempre rimossi prima di offrire il frutto al cane​​​​.

I cachi fanno bene ai cani, ma quando si introduce il caco nella dieta del cane per la prima volta, è raccomandabile osservare il comportamento dell’animale per eventuali segni di malessere o allergie​​.

In caso di reazioni negative come letargia, scarso appetito, disidratazione, vomito o diarrea, è importante consultare immediatamente un veterinario​​

Benefici e valori nutrizionali dei cachi per i cani

I cachi offrono diversi benefici nutrizionali per i cani, se dati con moderazione e nel modo giusto.

I cani possono mangiare i cachi perchè sono particolarmente ricchi di vitamine, antiossidanti e minerali, che possono contribuire positivamente alla salute dell’animale.

Benefici Nutrizionali dei Cachi:

  1. Ricchi di Antiossidanti: I cachi contengono antiossidanti che possono aiutare a combattere i radicali liberi nel corpo del cane, riducendo così il rischio di malattie croniche e migliorando la salute generale​​​​.

  2. Alto Contenuto di Vitamine: Questi frutti sono una buona fonte di vitamina A, B e C, che sono importanti per il mantenimento di una vista sana, per il supporto del sistema immunitario e per l’energia​​​​.

  3. Minerali Benefici: Contengono anche minerali essenziali come potassio, fosforo e magnesio, che contribuiscono alla salute del cuore, aiutano nel funzionamento dei muscoli e sostengono le funzioni nervose​​.

  4. Fibre per la Digestione: Le fibre presenti nei cachi possono aiutare a regolare il sistema digestivo del cane, promuovendo movimenti intestinali regolari e prevenendo la costipazione. Tuttavia, un’eccessiva quantità di fibre può causare problemi, quindi è importante dosare​​​​.

Valori Nutrizionali dei cachi

Ecco i valori nutrizionali approssimativi dei cachi per 100 grammi:

    • Calorie: 70 kcal
    • Proteine: 0,58 g
    • Grassi: 0,19 g
    • Carboidrati: 18,59 g
    • Fibre: 3,6 g
    • Zuccheri: 12,53 g
    • Vitamina A: 1627 IU
    • Vitamina C: 7,5 mg 
    • Potassio: 161 mg 
    • Magnesio: 9 mg
    • Fosforo: 17 mg
    • Calcio: 8 mg

Come dare cachi ai cani

Per dare i cachi ai cani in modo sicuro e approfittare dei loro benefici, è importante seguire alcune linee guida nella preparazione e nella quantità.

  1. Rimuovere la Buccia e i Semi: Prima di dare il caco al tuo cane, assicurati di rimuovere la buccia e tutti i semi. I semi possono causare ostruzione intestinale e soffocamento, mentre la buccia può essere difficile da digerire​​​​.

  2. Tagliare in Pezzi Piccoli: Servire il caco in pezzetti di piccole dimensioni facilita la masticazione e la digestione da parte del cane​​. Questo riduce anche il rischio di soffocamento.

  3. Inserire Come Parte del Conteggio Calorico Giornaliero: I cachi sono calorici e devono essere considerati parte dell’apporto calorico quotidiano del cane, non un extra​​.

  4. Darli lontano dai Pasti: Per evitare di compromettere la digestione, è consigliabile offrire i cachi come spuntino, separato dai pasti principali​

Quanti Cachi può Mangiare un Cane

La quantità di cachi che un cane può mangiare varia in base alla taglia e alle esigenze dietetiche specifiche dell’animale. Tuttavia, la moderazione è fondamentale:

  • Cani di Piccola Taglia: Un paio di pezzettini, non più di 2 o 3 volte a settimana.
  • Cani di Taglia Grande: Un paio di fettine, mantenendo la stessa frequenza.
 

È importante osservare come il cane reagisce ai cachi, specialmente la prima volta che li assaggia, per identificare eventuali segni di intolleranza o allergia. In caso di reazioni avverse, come vomito, diarrea, o letargia, è essenziale consultare un veterinari

Cachi Mela e Cachi Vaniglia per Cani

Queste due varietà dei cachi, anche se diverse dai cachi normali, fanno bene ai cani.

In generale, i cani possono mangiare i cachi, inclusi i cachi mela e i cachi vaniglia, purché siano privati di semi e buccia. Questi componenti possono causare problemi digestivi o soffocamento. 

Come per qualsiasi altro tipo di caco o frutto, è importante offrirli con moderazione a causa del loro contenuto di zuccheri e calorie. Un consumo eccessivo può portare a disturbi gastrointestinali, aumento di peso o problemi legati al diabete.

Queste varietà di cachi, caco mela e caco vaniglia, offrono vitamine, antiossidanti e minerali benefici per la salute generale del cane, supportando la vista, il sistema immunitario e contribuendo a una digestione sana.

Assicurati di pulire bene il caco mela e il caco vaniglia, rimuovendo buccia e semi, e di tagliarlo in pezzi piccoli per evitare il rischio di soffocamento, soprattutto nei cani più piccoli.

I cachi fanno male al cane?

Il caco può far male ai cani in alcune circostanze, soprattutto se consumato in modo inappropriato o in quantità eccessive.

I cani possono mangiare i cachi, ecco però alcuni casi specifici in cui il caco può risultare dannoso per i cani

Quando i cachi fanno male al cane:

Consumo Eccessivo di Zuccheri: I cachi sono frutti con un alto contenuto di zuccheri. Il consumo eccessivo può portare a un aumento di peso e potenzialmente contribuire allo sviluppo di diabete, soprattutto nei cani che sono già sovrappeso o predisposti a condizioni diabetiche​​​​.

Problemi Gastrointestinali: Se un cane mangia troppi cachi, specialmente se non è abituato a consumare frutta, può soffrire di disturbi gastrointestinali come diarrea o vomito. L’elevato apporto di fibre può causare movimenti intestinali eccessivi se consumato in grande quantità​​.

Ingestione di Semi: I semi di caco possono causare ostruzione intestinale e soffocamento. Anche se non sono tossici, possono rappresentare un pericolo meccanico, specialmente per cani di piccola taglia​​​​.

Allergie o Intolleranze: Alcuni cani possono essere allergici o intolleranti ai cachi. Se il tuo cane mostra segni di allergia (come prurito, eruzioni cutanee, vomito, o diarrea) dopo aver mangiato cachi, dovresti eliminare immediatamente questo frutto dalla sua dieta e consultare un veterinario​​.

Cani con Condizioni Preesistenti: Nei cani con condizioni di salute specifiche, come diabete o obesità, i cachi potrebbero non essere un’aggiunta appropriata alla dieta a causa del loro alto contenuto di zuccheri e calorie​​.

Cachi Acerbi: I cachi non completamente maturi contengono tannini, che possono essere astringenti e causare problemi digestivi se consumati in grandi quantità

Ricetta con cachi per i cani

Creare una torta di cachi con carote e avena per i cani può essere un modo divertente e nutriente di premiare il tuo amico a quattro zampe con qualcosa di speciale.

Abbiamo vist che i cani possono mangiare i cachi. Ecco una ricetta semplice che puoi provare a casa:

Ingredienti:

  • 1 caco maturo, pelato e privato dei semi
  • 1 carota media, grattugiata
  • 1 tazza di farina d’avena (puoi usare avena intera e macinarla finemente in un mixer se preferisci)
  • 1 uovo
  • 1/4 di tazza di acqua (puoi aggiustare la quantità a seconda della consistenza dell’impasto)
 
  • Preparazione:

    • Preriscalda il forno a 180°C (350°F).
    • Fodera una teglia per muffin o una piccola teglia da forno con della carta forno per evitare che l’impasto si attacchi.
 
  • Fai la Pasta:

    • In una ciotola media, schiaccia il caco maturo fino a ottenere una purea liscia.
    • Aggiungi la carota grattugiata, l’uovo e la farina d’avena alla purea di caco. Mescola bene.
    • Aggiungi lentamente l’acqua mentre continui a mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo e lavorabile. Se l’impasto risulta troppo secco, puoi aggiungere un po’ più d’acqua; se è troppo umido, aggiungi un po’ più di farina d’avena.
 
  • Forma la Torta:

    • Versa l’impasto nella teglia preparata. Se usi una teglia per muffin, riempi ciascuno spazio per circa due terzi per dare spazio all’impasto di crescere.
    • Livella l’impasto con il dorso di un cucchiaio o con le dita umide per creare una superficie uniforme.
 
  • Cottura:

    • Inforna e cuoci per 20-25 minuti o fino a quando la torta non sarà ben cotta e la superficie sarà leggermente dorata.
    • Fai la prova stecchino: inseriscilo nel centro della torta, e se esce pulito, la torta è pronta.
 
  • Raffreddamento:

    • Lascia raffreddare completamente la torta prima di servirla al tuo cane per evitare che si scotti. 

Alternative meno dolci ai cachi per i cani

Se stai cercando alternative meno dolci ai cachi per integrare la dieta del tuo cane con frutta e verdura, è importante scegliere opzioni che siano sicure e salutari per i cani.

Ecco alcune alternative che puoi considerare:

Frutta Meno Dolce:

  1. Mele (senza semi e torsolo): Ricche di fibre e vitamina C, le mele sono un’ottima opzione, purché vengano rimosse semi e torsolo per prevenire il rischio di soffocamento o intossicazione da cianuro.

  2. Pere (senza semi e torsolo): Le pere offrono vitamine, minerali e fibre, ma ricorda di rimuovere i semi e il torsolo per le stesse ragioni delle mele.

  3. Mirtilli: Sono ricchi di antiossidanti e hanno un basso contenuto calorico, rendendoli un ottimo snack per i cani.

  4. Anguria (senza semi): Offre idratazione e vitamine, ma assicurati di rimuovere tutti i semi e la buccia per evitare problemi gastrointestinali.

Verdure Meno Dolci:

  1. Carote: Sono croccanti, ricche di fibre e beta-carotene, che il corpo trasforma in vitamina A. Possono anche contribuire alla salute dentale del cane come snack croccante.

  2. Zucchine: Con un basso contenuto calorico, le zucchine sono una buona fonte di vitamine e minerali per i cani.

  3. Cetrioli: Offrono un’ottima fonte di idratazione e hanno un basso contenuto calorico, ideali per cani in sovrappeso.

  4. Fagiolini: Ricchi di fibre e bassi in calorie, possono essere un’aggiunta nutriente alla dieta del cane. Assicurati che siano cotti e non salati.

Articoli Correlati
I Cani possono Mangiare il LITCHI
I Cani possono Mangiare il DURIAN?
Jackfruit al Cane: (Fa Bene?)
I Cani possono Mangiare il TAMARINDO?
I Cani possono Mangiare il DRAGON FRUIT?
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *