SoSi

Fichi al Cane: [SI o NO]

Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2024

Fichi al cane? I cani possono mangiare i fichi?

Si, i cani possono mangiare i fichi. Questo frutto, detto anche ficus carica è ricco di minerali come calcio, fosforo, potassio e magnesio, fibre e vitamine come C, B1, B3 e B6. Questo frutto è ricco di zuccheri, i cani con allergie, diabete o problemi di peso devono evitarlo.

Oltre ai fichi ci sono 25 Frutti Benefici per i Cani, alcuni molto strani, altri sono molto comuni. Se anche a te piace dare snack salutari e freschi al tuo cucciolo devi leggere l’articolo!

Sai quanti fichi si possono dare al cane o se i cani possono mangiare i fichi d’india

Iniziamo:

Capitoli

I Fichi fanno Male ai Cani?

Fichi al cane, i fichi fanno bene ai cani, i cani possono mangiare i fichi

I fichi fanno veramente male al cane? la risposta è no. I fichi possono essere inclusi nell’alimentazione dei cani, ma con alcune precauzioni.

Contengono nutrienti benefici come fibre e potassio, che possono contribuire al benessere generale del cane.

Tuttavia, è importante moderare la quantità di fichi che un cane consuma.

Se offerti in eccesso, i fichi possono provocare problemi digestivi, come vomito o diarrea, a causa delle molecole irritanti presenti nel lattice di fico. Questi effetti indesiderati tendono a scomparire una volta che le molecole sono state eliminate dall’organismo​​.

Come dare Fichi al Cane

Per introdurre i fichi nella dieta del tuo cane, inizia con piccole quantità per verificare l’assenza di reazioni allergiche o di intolleranza. Taglia i fichi in pezzi piccoli e offrili come snack occasionale, non come parte principale della loro dieta.

È altresì importante evitare che il cane mangi le foglie degli alberi di fico, poiché alcune varietà, come il Ficus Beniamino, sono tossiche per i cani, potendo causare dermatiti, vomito, irritazione orale e salivazione eccessiva se ingerite​.

I cani possono mangiare fichi freschi come spuntino occasionale. Tuttavia, dovresti evitare di offrire fichi secchi al tuo cane a causa del loro alto contenuto di zuccheri e calorie. Ne parliamo meglio dopo!

Per preparare i fichi per il tuo cane, sbucciali, alcuni lasciano la pelle, ma è meglio toglierla. Taglia la polpa in piccoli cubetti, per facilitarne la masticazione e la digestione. Assicurati di selezionare fichi maturi per evitare problemi legati al lattice presente nei fichi acerbi, che può essere irritante sia per la pelle che per l’intestino

Benefici e Valori Nutrizionali dei Fichi per i Cani

I cani possono mangiare i fichi, dare fichi al cane vuol dire dare un alimento con i seguenti benefici e valori nutrizionali:

Benefici per la Salute

  • Supporto Digestivo: Grazie all’alto contenuto di fibre, i fichi possono aiutare a prevenire la stitichezza e promuovere la regolarità intestinale nei cani.
  • Salute del Cuore: Il potassio nei fichi aiuta a mantenere una pressione sanguigna sana e supporta la salute cardiovascolare.
  • Salute delle Ossa: Il calcio, il fosforo e il magnesio contribuiscono al mantenimento di ossa e denti forti.
  • Supporto Immunitario: La presenza di vitamine, in particolare la vitamina C, supporta il sistema immunitario del cane.
  • Antiossidanti: Alcune ricerche indicano che i fichi contengono sostanze fitochimiche con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, che potrebbero contribuire alla prevenzione di alcune malattie.
 

Valori Nutrizionali dei Fichi

  • Fibre: I fichi sono una buona fonte di fibre, importanti per la salute digestiva del cane. 
  • Potassio: Questo nutriente gioca un ruolo vitale nel mantenimento della pressione sanguigna e nella funzione muscolare e nervosa.
  • Calcio, Fosforo e Magnesio: Elementi essenziali per la salute delle ossa e dei denti, oltre che per il funzionamento muscolare e nervoso.
  • Vitamine: I fichi contengono piccole quantità di vitamine, come la provitamina A, vitamine C, B1 (tiamina), B3 (niacina) e B6 (piridossina), che supportano la visione, il sistema immunitario e il metabolismo

Fichi al cane: secchi, d'india, freschi o marmellata

Abbiamo visto che dare fichi al cane si può e possono fare anche molto bene. 

Vediamo tutti i tipi di fichi che possiamo trovare in commercio se hanno le stesse caratteristiche.

Fichi Secchi ai Cani

Benefici: I fichi secchi mantengono parte dei nutrienti presenti nei fichi freschi, ma sono molto più ricchi di zuccheri e calorie a causa della disidratazione.

Controindicazioni: Il loro elevato contenuto di zuccheri e calorie li rende inadatti per i cani, specialmente per quelli in sovrappeso o diabetici. Inoltre, la consistenza gommosa dei fichi secchi può portare al soffocamento, inoltre sono potenzialmente pericolosi per la salute orale del cane.

Fichi d’India al Cane

Benefici: I fichi d’India contengono nutrienti simili ai fichi comuni, inclusi fibre, vitamine e minerali. Possono offrire benefici digestivi e nutrizionali quando consumati con moderazione.

Controindicazioni: È fondamentale rimuovere la buccia e i semi prima di offrirli ai cani per evitare problemi gastrointestinali. La loro introduzione nella dieta del cane deve essere graduale per prevenire reazioni allergiche o intolleranze​.

I Cani possono Mangiare la Marmellata di Fico?

Benefici: Potenzialmente, la marmellata di fichi potrebbe fornire alcune delle vitamine presenti nei fichi freschi.

Controindicazioni: Tuttavia, la marmellata di fichi è sconsigliata per i cani a causa dell’alto contenuto di zuccheri aggiunti e conservanti, che possono causare problemi dentali, aumento di peso e potenzialmente diabete. Inoltre, alcuni ingredienti comuni nelle marmellate, come il xilitolo, sono tossici per i cani.

I Cani possono Mangiare i Fichi Freschi

Se desideri offrire fichi al cane, la scelta migliore sono i fichi freschi, in quantità controllata e con moderazione. I fichi secchi, d’India e la marmellata di fichi presentano rischi e controindicazioni che ne sconsigliano l’uso nella dieta del cane.

I fichi freschi sono ricchi di nutrienti come fibre, potassio, calcio, fosforo, magnesio e vitamine, che possono contribuire alla salute digestiva, al benessere cardiovascolare, alla salute delle ossa e al supporto immunitario dei cani​

Quanti Fichi dare al Cane?

La quantità di fichi da offrire al tuo cane dipende dalla sua taglia, dal suo peso e dal suo stato di salute generale. Come indicazione generale, è consigliabile seguire queste linee guida:

  • Cani di Piccola Taglia: Per i cani più piccoli, 15-20 grammi possono essere sufficienti come premio occasionale e non più di una o due volte alla settimana.
  • Cani di Taglia Media: Per i cani di taglia media, si può dare anche un fico intero medio, seguendo la stessa frequenza di quelli piccoli.
  • Cani di Grande Taglia: I cani più grandi possono consumare 1 o 2 fichi medi. Sempre con moderazione e non più di una o due volte alla settimana.
 

Ricetta a base di Fichi per i Cani

Per creare uno snack salutare a base di fichi per il tuo cane, considera questa ricetta semplice:

Ingredienti:

  • 1 fico fresco maturo
  • 100g di petto di pollo cotto a vapore
  • Farina di avena q.b.
 

Procedimento:

  1. Preparazione del Pollo: Cuoci il petto di pollo a vapore senza aggiungere sale o condimenti. Una volta cotto, lascialo raffreddare e sminuzzalo finemente oppure frullalo.
  2. Preparazione dei Fichi: Lava il fico, pelalo e taglialo in piccoli cubetti.
  3. Combinazione degli Ingredienti: Mescola delicatamente i cubetti di fico con il pollo sminuzzato.
  4. Formazione degli Snack: Miscela fichi, pollo e farina finchè non avrai una consistenza umida ma tenace. Prendi piccole porzioni della miscela e forma delle mini polpette o dei bocconcini adatti alla bocca del tuo cane.
  5. Forno: metti in forno a 200 gradi per 7-100 minuti, giusto il tempo er asciugarsi e rendere le polpette più compatte. 
 

Note:

  • Offri questi snack con moderazione a causa dell’alto contenuto di zuccheri naturali presenti nei fichi.
  • Assicurati che tutti gli ingredienti siano adatti al tuo cane e non provochino allergie.
  • Consulta sempre il veterinario prima di introdurre nuovi alimenti nella dieta del tuo cane per assicurarti che siano sicuri e adatti alle sue esigenze nutrizionali.
 

Questi snack fatti in casa possono essere un modo salutare e gustoso per premiare il tuo amico a quattro zampe, combinando i benefici nutrizionali dei fichi e del pollo.

 

Quando i Fichi fanno Male ai Cani

Fichi ai cani, i fichi possono essere dati ai cani, ma esistono alcune precauzioni da considerare.

I fichi fanno male ai cani, vediamo quando:

Il principale problema dei fichi per i cani risiede nel “Latte di Fico“, che contiene molecole potenzialmente irritanti per la pelle e le mucose.

Queste molecole possono causare irritazione gastrica e provocare il vomito. Inoltre, se i fichi raggiungono l’intestino, la loro difficoltà di digestione potrebbero causare diarrea.

Il mio cane ne sa qualcosa, è stato male mangiando fischi. In campagna i miei genitori hanno una pianta di fico, molto bassa. Un giorno la mia Zoe è andata li sotto a mangiare qualsiasi cosa trovasse. 

Per fortuna me ne sono accorta quasi subito ma il danno era stato fatto.

Nulla di grave, solo un gran mal di pancia e un giorno di diarrea, probabilmente il mio cane è anche più sensibile.

Ricordati che non tutti i cani sono uguali. 

Tornando a noi, l’altra principale controindicazione dei fichi per i cani sono gli zuccheri, non starò qui a ripetere perchè ne abbiamo abbondantemente parlato nell’articolo.

Cosa devo fare se il mio cane ha mangiato troppi fichi?

Se il tuo cane ha mangiato troppi fichi, la prima cosa da fare è osservarlo attentamente per eventuali segni di malessere.

Ti spiegherò come ho affrontato io questo problema. I sintomi possono includere vomito, diarrea, o irritazione orale a causa delle molecole irritanti presenti nel lattice dei fichi. 

Passi da Seguire:

  1. Osservazione: Tieni d’occhio il tuo cane per le successive 24 ore, prestando particolare attenzione a sintomi come letargia, vomito, diarrea, o difficoltà respiratorie.
  2. Idratazione: Assicurati che il cane abbia accesso a molta acqua fresca per aiutare a diluire le sostanze irritanti e facilitare la loro eliminazione.
  3. Dieta Blanda: Se il cane mostra sintomi di malessere gastrointestinale ma sembra stabile, potresti considerare di offrirgli una dieta blanda per un paio di giorni, come riso bollito con pollo cotto senza pelle e senza ossa, per aiutare a stabilizzare il suo stomaco.
  4. Consultare un Veterinario: Se i sintomi persistono o il tuo cane mostra segni di grave disagio, è fondamentale contattare immediatamente il tuo veterinario per una consulenza e, se necessario, per un trattamento appropriato.
 

I fichi possono causare problemi dentali ai cani?

I fichi possono causare problemi dentali ai cani. L’introduzione di alimenti non abituali nella loro dieta, soprattutto se zuccherini come i fichi, potrebbe contribuire a problemi dentali se consumati frequentemente e in grandi quantità, in quanto gli zuccheri possono favorire la formazione di placca e tartaro.

La prevenzione è sempre la migliore strategia quando si tratta della salute dentale del tuo cane.

Assicurati di mantenere una routine di igiene orale che includa spazzolature regolari e, se necessario, utilizza snack dentali approvati o giocattoli per aiutare a ridurre l’accumulo di placca.

Alternative meno Dolci dei Fichi per i Cani

Se stai cercando alternative meno dolci dei fichi da offrire al tuo cane, ecco alcune opzioni di frutta che possono essere sicure e apprezzate dai cani, sempre in quantità moderate:

  1. Mele: Sono una buona fonte di vitamine A e C e fibre. Ricorda di rimuovere semi e torsolo prima di offrirle.

  2. Pere: Come le mele, le pere sono ricche di vitamine e fibre, ma assicurati di rimuoverne semi e torsolo.

  3. Anguria: Benché contenga zuccheri naturali, l’anguria è ricca d’acqua e può essere un buon modo per mantenere idratato il tuo cane, purché sia priva di semi.

  4. Mirtilli: Anche se dolci, i mirtilli sono considerati meno zuccherini rispetto ai fichi e sono ricchi di antiossidanti.

  5. Fragole: Offrono vitamina C, fibre e un contenuto di zucchero relativamente basso rispetto ad altri frutti.

Articoli Correlati
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.