SoSi

Il Cane può mangiare la Philadelphia?

Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2024

Il Cane può mangiare la Philadelphia! questo formaggio spalmabile non è tossico. Bisogna stare attenti alle quantità, nella Philadelphia c’è il lattosio ed è ricca di grassi. Non tutti i cani digeriscono questi tipi di formaggi.

In questo articolo esploriamo i valori nutrizionali della Philadelphia per i cani. Capirai se questo formaggio può essere salutare o meno per loro.

Ma prima, vuoi scoprire, se il formaggio che Ami potrebbe essere un Tabù Pericoloso per il tuo cane?

Clicca qui, questo articolo l’ho scritto proprio per Te! Formaggi ai Cani: (Ecco la Verità)

Sai cosa fare se il tuo cane ti ruba la scatoletta di Philadelphia dal tavolo e la finisce in mezzo secondo?

Vediamolo insieme:

Capitoli

Posso dare la Philadelphia al Cane?

Philadelphia al cane

, puoi dare la Philadelphia al cane, ma solo in piccole quantità e come un trattamento occasionale. È importante monitorare la reazione del cane e assicurarsi che non ci siano ingredienti aggiunti nocivi come aglio o cipolle.

Esistono in commercio molti tipi di Philadelphia, come per esempio la Philadelphia al cioccolato. Inutile dire che bisogna limitarsi alla sola Philadelphia neutra per i cani.

Ricorda che dare Philadelphia  al cane, vuol dire dargli un formaggio ricco di grassi.

Questo può causare problemi, ne parliamo nei prossimi capitoli.

La Philadelphia Fa Bene ai Cani?

La Philadelphia non è tossica per i cani, quindi se data con moderazione può fare bene ai cani.

Fondamentale è comprendere i suoi valori nutrizionali e gli effetti sulla salute dei nostri amici a quattro zampe.

Molti sono i formaggi che fanno bene ai cani, Il Grana è uno dei migliori.

Iniziamo a parlare dei valori nutrizionali:

Valori Nutrizionali della Philadelphia

I valori nutrizionali della Philadelphia per 100 grammi sono i seguenti:

  • Energia: Circa 342 calorie
  • Grassi: Circa 33 g
    • di cui saturi: Circa 21 g
  • Carboidrati: Circa 3,9 g
    • di cui zuccheri: Circa 3,9 g
  • Proteine: Circa 6 g
  • Sale: Circa 1,1 g
 

Come puoi ben vedere, il cane può mangiare Philadelphia, non ha valori nutrizionali così brutti.

Sono alti i grassi ma c’è molto di peggio.

Fondamentale è la quantità e la frequenza.

Quanta Philadelphia posso dare al Cane

La quantità di Philadelphia da dare a un cane dipende da vari fattori come la taglia ed il peso, il suo stato di salute generale, e la tolleranza individuale ai prodotti lattiero-caseari.

Tuttavia, qui ci sono alcune linee guida generali:

  • Per Cani di Piccola Taglia: Circa un cucchiaino (5 grammi) come trattamento occasionale.
 
  • Per Cani di Taglia Media e Grande: Fino a un cucchiaio (circa 15 grammi) in occasioni rare.
 

È importante ricordare che questo formaggio morbido non dovrebbe essere un alimento regolare nella dieta del tuo cane.

Dovrebbe essere considerata più un piccolo premio che un componente della loro alimentazione quotidiana.

Se il tuo cane non ha mai mangiato Philadelphia prima, inizia con una quantità molto piccola per vedere come reagisce, poiché alcuni cani possono essere intolleranti al lattosio o avere reazioni allergiche ai prodotti lattiero-caseari.

Inoltre, considera sempre di consultare il veterinario prima di introdurre nuovi alimenti nella dieta del tuo cane, soprattutto se ha condizioni di salute preesistenti o problemi dietetici specifici.

Quando la Philadelphia fa male ai cani

Il Cane può mangiare Philadelphia, ci sono però delle situazioni in cui la Philadelphia potrebbe essere pericolosa e quindi far male al cane.

Le situazioni sono tre:

  • Obesità e Pancreatite: Un alto apporto di grassi può portare a obesità o pancreatite, specialmente se consumata frequentemente.
 
  • Intolleranza al Lattosio: Molti cani sono intolleranti al lattosio. Il consumo di Philadelphia può causare disturbi gastrointestinali come diarrea e gonfiore.
 
  • Ingredienti Nocivi: Alcune varianti di Philadelphia possono contenere ingredienti come aglio, cipolle o cioccolato, che sono tossici per i cani. È cruciale controllare gli ingredienti prima di offrire qualsiasi formaggio spalmabile ai cani
 

Cosa succede se il mio Cane mangia molta philadelphia

Se un cane ingerisce una quantità eccessiva di Philadelphia, è importante essere consapevoli dei possibili effetti sulla salute.

Questo formaggio cremoso, è ricco di grassi e quindi molto pesante da digerire, infatti può causare problemi digestivi come diarrea, vomito e dolore addominale.

Coome detto prima, è anche possibile che alcuni cani siano intolleranti al lattosio.

In questi casi, il consumo di formaggi come la Philadelphia può portare a sintomi gastrointestinali aggiuntivi, tra cui gas e disagio addominale.

Linee Guida per il Pronto Intervento

Se il tuo cucciolo ti ha rubato la scatola di Philadelphia dal tavolo, ti raccomandano le seguenti linee guida per un pronto intervento:

  1. Monitoraggio: Osservare attentamente il cane per qualsiasi segno di malessere, come letargia, vomito o diarrea.

  2. Idratazione: Assicurarsi che il cane abbia accesso a acqua fresca e pulita.

  3. Dieta Leggera: Se il cane mostra segni di disagio ma è stabile, offrire una dieta leggera, come riso bollito e pollo, per un paio di giorni. Il cane può mangiare la Philadelphia, non è un formaggio tossico.

  4. Consultare un Veterinario: In caso di sintomi gravi o persistenti, consultare immediatamente un veterinario. Stima la quantità di Philadelphia ingerita e dillo subito al veterinario.

Articoli Correlati
Formaggi ai Cani: (Ecco la Verità!)
Il Cane può mangiare la Philadelphia?
Provola al Cane (Errori da Evitare)
Ricotta al Cane: Sì o No
Yogurt ai Cani: Guida Completa sui Benefici e Dosi Consigliate
Mozzarella al Cane: Quando è Sicuro e Quando Evitarla
Burro al Cane: Rischi e Benefici
Latte di Soia al Cane: Benefici Nascosti
Latte ai Cani: Verità e Miti Svelati
kefir al Cane: Il Segreto dei Batteri Buoni
Grana al Cane (Guida ai Formaggi Stagionati per i Cani)
Gorgonzola ai Cani: è veramente una scelta Sicura?
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *