SoSi

Alimentazione Cucciolo di Cane: [Guida Definitiva 2024]

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2024

Alimentazione del cucciolo di cane, in questa guida capirai cosa mangia un cucciolo fino al primo anno di vita, i cibi tossici e quelli super benefici.

In sintesi:

Il cucciolo a 1 mese si nutre esclusivamente di latte materno o formule di sostituzione. Da 2 mesi, cibi completi e bilanciati come crocchette o cibo umido. Riduci gradualmente i pasti giornalieri e a 6 mesi, inizia la transizione verso il cibo per adulti.

Sai quante volte deve mangiare un cucciolo di cane e se è meglio affidarsi ai cibi già pronti oppure cimentarsi nella dieta casalinga?

Iniziamo:

Capitoli

Alimentazione del cucciolo di cane per fasce di età

Alimentazione del cucciolo di cane, cibi che può e non può mangiare e transizione alla dieta da adulto

L’alimentazione dei cuccioli di cane varia in base all’età e alle esigenze specifiche durante la crescita.

Ecco una guida dettagliata per assicurarsi che il tuo cucciolo riceva una dieta adeguata durante i primi mesi di vita:

Cosa mangia un cucciolo di 1 mese

Il cucciolo si 1 mese mangia solo latte materno. Questa  la sua fonte principale di nutrimento, il latte materno fornisce tutti i nutrienti essenziali necessari.

Alternative al latte materno: In assenza della madre, si possono usare formule di sostituzione del latte appositamente formulate, come esbilac o altre specifiche per cuccioli. È importante evitare il latte vaccino perché può causare disturbi gastrointestinali.

Alimentazione del cucciolo a 2 mesi

Dopo lo svezzamento (tra le 6 e le 8 settimane), è essenziale introdurre un alimento specifico per cuccioli, che sia completo e bilanciato.

Questo alimento può essere:

    • Cibo secco: Crocchette formulate appositamente per cuccioli.
    • Cibo umido: Alimenti in lattina con un contenuto di acqua più elevato.
    • Combinazione: Una miscela di cibo secco e umido è anche un’opzione valida.
 

La frequenza dei pasti sarà di 4 pasti al giorno.

Per l’introduzione di alimenti solidi e quindi poi per lo svezzamento, bisogna iniziare con piccole quantità di cibo solido, mescolando gradualmente con la formula di sostituzione del latte fino a passare completamente al cibo solido.

Utie è mettere una punta di cibo umido nelle crocchette per invogliare il cucciolo a mangiare, oppure vengono spesso usati oli di salmone arricchiti, questo olio altamente nutriente piace molto ai cuccioli e mangeranno qualsiasi cosa abbia quell’odore!

Alimentazione del cucciolo a 3 mesi

Adattamento alle crocchette: Continuare con le crocchette per cuccioli, ma ridurre gradualmente il numero di pasti giornalieri da quattro a tre.

Fai attenzione alle quantità, guarda le etichette del cibo per le porzioni raccomandate in base al peso attuale e previsto del cucciolo. Ad esempio, un cucciolo di taglia media dovrebbe consumare circa 1-1,5 tazze di cibo al giorno.

Cerca di abituarlo alle crocchette senza aggiunta di insaporitori o cibo umido, non può vivere a cibo umido per sempre, devi rendere il tuo cucciolo il meno schizzinoso possibile, ora o mai più!

Alimentazione del cucciolo a 4 mesi

A questo punto, i cuccioli possono passare a tre pasti al giorno. Regolare le quantità in base all’aumento di peso, assicurando un apporto calorico adeguato alla crescita. Ad esempio, i cuccioli di taglia grande potrebbero richiedere tra 2-3 tazze di cibo al giorno.

L’alimentazioone in se non cambia, le crocchette sono le stesse per i cuccioli di 3 e 4 mesi.

Alimentazione del cucciolo a 5 mesi

Continuare a ridurre il numero di pasti da tre a due, adattando le porzioni. Bisogna monitorare il peso e la condizione corporea, evitando il sovralimentazione.

Utilizza la tabella delle dosi fornita sui pacchi del cibo e consulta il veterinario per personalizzare la dieta. 

Alimentazione del cucciolo a 6 mesi

Transizione verso una dieta per cani adulti: La maggior parte dei cuccioli può passare a due pasti al giorno a questa età.

Per le razze più piccole, la transizione verso il cibo per adulti può iniziare a 7-9 mesi. Per le razze più grandi, si può aspettare fino a 12 mesi o più. Consultare sempre il veterinario prima di effettuare la transizione.

Puoi iniziare a pensare quale sarà la dieta del tuo cucciolo, dieta BARF, Dieta Casalinga, solo Crocchette, Umido e Crocchette o Cibi Casalinghi mescolati con Cibi Secchi.

Esistono veramente una marea di diete, sta a te pensare a quella che più si adatterà alle vostre vite.

Cibi Sicuri e Cibi Pericolosi per i Cuccioli

Quando si tratta di nutrire un cucciolo, la scelta degli alimenti giusti è fondamentale per il suo sviluppo sano e sicuro.

Mentre alcuni cibi possono arricchire la dieta del cucciolo fornendo nutrienti essenziali, altri possono essere pericolosi. In questo paragrafo, esploreremo i cibi sicuri che possono essere inclusi nella dieta del cucciolo, come frutta, verdura e proteine digeribili, e discuteremo anche gli alimenti che dovrebbero essere evitati a causa del rischio di tossicità o allergie.

Frutta e verdura sicure per i cuccioli

I cuccioli possono mangiare Frutta e Verdura, anzi, se scelta bene può arricchire di molto la loro dieta. Importante però è scegliere quelle sicure e prepararle correttamente.

  • Frutta sicura: mele (senza semi), banane, angurie (senza semi), e mirtilli. Assicurati di togliere tutti i semi e tagliare la frutta a pezzi piccoli per evitare il rischio di soffocamento.
  • Verdura sicura: carote, zucca, cetrioli, e spinaci. Le verdure dovrebbero essere cotte al vapore per facilitarne la digestione e tagliate a pezzetti piccoli.
 

Carne digeribile e altre proteine adatte ai Cuccioli

Le proteine sono essenziali per la crescita e lo sviluppo dei cuccioli. È importante fornire fonti di proteine facilmente digeribili come:

  • Pollo: Cotto e senza ossa, è una delle migliori fonti di proteine per cuccioli.
  • Tacchino: Simile al pollo, deve essere cotto e privo di ossa.
  • Manzo: Magro e cotto, offre ottime proteine ma dovrebbe essere introdotto lentamente.
  • Pesce: Come il salmone o il merluzzo, cotto e privo di lische, è ricco di omega-3 che sono buoni per la pelle e il pelo del cucciolo.
 

Alimenti tossici o dannosi per i cuccioli

Alcuni alimenti tossici possono essere molto pericolosi per i cuccioli e dovrebbero essere evitati completamente:

  • Cipolle e aglio: Possono causare anemia distruggendo i globuli rossi.
  • Cioccolato: Contiene teobromina, una sostanza tossica per i cani.
  • Uva e uvetta: Anche in piccole quantità possono causare insufficienza renale.
  • Avocado: Contiene persina, che può essere tossica.
  • Dolcificanti artificiali (come xilitolo): Presente in molti dolci, gomme da masticare, e alcuni tipi di burro di arachidi, è estremamente tossico.
 

Alimenti che possono causare allergie o disturbi

Alcuni cuccioli possono essere più sensibili a certi alimenti, che potrebbero scatenare allergie o disturbi digestivi.

  • Latticini: Molti cani sono intolleranti al lattosio e possono avere problemi digestivi dopo aver consumato prodotti lattiero-caseari.
  • Grano e altri cereali: Alcuni cuccioli possono sviluppare allergie al grano. È importante monitorare la risposta del cucciolo a questi alimenti.
  • Alimenti ricchi di grassi: Possono causare pancreatite, quindi alimenti come bacon o pelle di pollo dovrebbero essere evitati.
 

Assicurati di introdurre qualsiasi nuovo cibo lentamente nella dieta del tuo cucciolo e osserva attentamente per qualsiasi segno di reazione negativa. In caso di dubbi, consulta sempre il veterinario.

Ora ti darò una tabella con tutti i cibi che i cuccioli possono o non possono mangiare:

Possono Mangiare Non Possono Mangiare
Mele, Banane, Angurie, Mirtilli, Fragole, Melone, Cantalupo, Papaya, Mango, Ananas, Lamponi, Albicocche, Kiwi, Carote, Zucca, Cetrioli, Spinaci, Broccoli, Piselli, Patate dolci, Fagiolini, Asparagi, Lattuga, Finocchio, Sedano, Pollo, Tacchino, Manzo, Anatra, Vitello, Cavallo, Coniglio, Cervo, Cinghiale, Pecora, Maiale, Salmone, Merluzzo, Trota, Nasello, Sogliola, Platessa, Orata, Sarde, Alici, Aringhe, Polpo, Calamari, Gamberetti, Cozze, VongoleUva, Uvetta, Avocado, Cipolla, Aglio, Limone, Ciliegie (noccioli), Prugne, Nespoli, Durian, Cioccolato, Caffè, Xilitolo, Sale, Funghi, Zucchero, Patatine fritte, Formaggi grassi (Gorgonzola, Philadelphia), Latticini ricchi di lattosio, Alcol (vino e birra), Peperoncino, Spezie varie, Erbe aromatiche in eccesso

Integrazioni alimentari

Integrare la dieta di un cucciolo con nutrienti aggiuntivi è sempre una buona idea, se fatta però con testa, l’integrazione specifica può garantire al cucciolo di ricevere tutte le vitamine e i minerali necessari per una crescita sana.

Ecco alcune informazioni utili su come arricchire le crocchette e su quali integratori considerare:

Integrazioni alimentari per le crocchette

Arricchire le crocchette del cucciolo può aiutare a migliorare la sua salute generale e a soddisfare specifiche esigenze nutrizionali, integratori come:

  1. Olio di pesce: Ricco di acidi grassi omega-3, è ottimo per lo sviluppo del cervello e del pelo. Aggiungere un cucchiaino di olio di salmone o di krill alle crocchette può fare una grande differenza.

  2. Brodo di ossa: Non solo aggiunge sapore, ma fornisce anche minerali e collagene, che sono ottimi per le articolazioni e il sistema digestivo. Puoi usare ossa di manzo, pollo e cervo.

  3. Probiotici: Aggiungere polveri probiotiche o yogurt naturale può aiutare a mantenere la salute dell’intestino del cucciolo, migliorando la digestione e l’assorbimento dei nutrienti.

Uso di integratori: quando e quali

L’uso di integratori può essere consigliato per sostenere specifiche esigenze di salute, ma dovrebbe sempre essere discusso con un veterinario. Ecco alcuni comuni integratori per cuccioli:

    1. Vitamine e minerali: Integratori multivitaminici possono essere necessari se il cucciolo ha carenze nutrizionali o se è su una dieta casalinga non bilanciata.

    2. Glucosamina e condroitina: Utili per cuccioli di razze grandi che possono essere predisposti a problemi articolari, questi integratori supportano la salute delle articolazioni.

    3. DHA (Acido docosaesaenoico): Un tipo specifico di omega-3 importante per lo sviluppo del cervello e della vista nei cuccioli.

    4. Calcio: Necessario per cuccioli in rapida crescita, specialmente per quelli su diete casalinghe per garantire una corretta crescita ossea. Tuttavia, troppo calcio può essere dannoso, quindi l’integrazione deve essere ben calibrata.

Quante volte deve mangiare un cucciolo?

La frequenza dei pasti di un cucciolo varia in base all’età, alla taglia e alla razza. Ne abbiamo parlato bene all’inizio, ecco come generalmente si organizzano i pasti per un cucciolo:

  1. Da 6 a 12 settimane: I cuccioli di questa età dovrebbero mangiare tre o quattro volte al giorno. A questa giovane età, i cuccioli hanno bisogno di frequenti pasti nutrienti per sostenere la loro rapida crescita e sviluppo.

  2. Da 3 a 6 mesi: Riduci la frequenza dei pasti a tre volte al giorno. Mentre il cucciolo cresce, il suo stomaco può gestire porzioni più grandi a intervalli più ampi.

  3. Da 6 mesi a 1 anno: Per la maggior parte dei cuccioli, due pasti al giorno sono l’ideale. Razze di grande taglia potrebbero beneficiare di passare a due pasti al giorno un po’ più tardi rispetto a quelle di piccola taglia.

Tabella delle dosi di cibo per i cuccioli

La quantità di cibo da dare a un cucciolo dipende dal suo peso atteso da adulto e dalla sua età. Ecco una guida generica che prende come esempio un cucciolo di taglia medio-grande:

Età del cuccioloCibo al giorno (diviso in più pasti)
2 mesi200-250 grammi, a seconda della taglia e del tipo di cibo (secco o umido)
3 mesi250-300 grammi, a seconda della taglia
6 mesi300-400 grammi, a seconda della taglia
12 mesiPassaggio graduale al cibo per adulti, quantità in base alla taglia

 

Quando dare acqua ai cuccioli

I cuccioli possono iniziare a bere acqua appena iniziano a mangiare cibo solido, intorno alle 3-4 settimane di età. Prima di questo, ricevono tutto il necessario liquido attraverso il latte materno o la formula preparata in sostituzione al latte materno.

Quando sarà il momento, assicurati di fornire sempre acqua fresca e pulita, cambiandola frequentemente per incoraggiare il cucciolo a bere regolarmente.

Importanza della sverminazione nel regime alimentare

La sverminazione è fondamentale per la salute del cucciolo poiché i parassiti interni possono causare malnutrizione e malattie. I cuccioli dovrebbero essere sverminati per la prima volta intorno alle 2-3 settimane di età, con trattamenti ripetuti ogni due settimane fino a due mesi di età, e poi mensilmente fino a sei mesi.

La sverminazione aiuta a garantire che il cibo consumato contribuisca efficacemente alla crescita e non venga sottratto da parassiti interni.

È essenziale lavorare a stretto contatto con un veterinario per stabilire un programma di alimentazione, idratazione e sverminazione che sia adatto alle specifiche esigenze del proprio cucciolo.

Cibi fatti in casa vs cibi commerciali

Quando si tratta di nutrire un cucciolo, i proprietari di cani spesso si trovano davanti alla scelta tra cibi fatti in casa e cibi commerciali.

Ogni opzione ha i suoi vantaggi e svantaggi che possono influenzare la decisione a seconda delle esigenze specifiche del cucciolo e del proprio stile di vita.

Parliamo ora dei vantaggi del cibo fatto in casa:

Vantaggi del cibo fatto in casa:

  • Controllo completo degli ingredienti: Sapere esattamente cosa sta mangiando il tuo cucciolo può essere rassicurante, specialmente per cuccioli con allergie o sensibilità alimentari.
  • Personalizzazione: La possibilità di adattare la dieta alle specifiche esigenze nutrizionali del cucciolo.
  • Freschezza: Gli alimenti fatti in casa sono generalmente più freschi e privi di conservanti e additivi.
 

Svantaggi del cibo fatto in casa:

  • Bilanciamento nutrizionale: Può essere difficile garantire che il cibo fatto in casa sia completamente bilanciato in termini di nutrienti, soprattutto per un cucciolo in crescita.
  • Tempo e sforzo: Richiede più tempo e impegno preparare quotidianamente i pasti.
  • Costo: A seconda degli ingredienti scelti, può risultare più costoso rispetto alle opzioni commerciali.
 

Parliamo ora dei vantaggi e svantaggi del cibo commerciale.

Vantaggi del cibo commerciale:

  • Formulato scientificamente: I cibi commerciali sono spesso formulati da esperti per garantire un equilibrio nutrizionale completo, con l’aggiunta di vitamine e minerali essenziali.
  • Convenienza: È più facile e veloce servire cibo commerciale, specialmente per i proprietari impegnati.
  • Costo-Efficacia: A seconda del marchio e del tipo, il cibo commerciale può essere più economico rispetto al cibo fatto in casa.
 

Svantaggi del cibo commerciale:

  • Ingredienti non specificati: Alcuni cibi commerciali possono contenere subprodotti e conservanti che alcuni proprietari preferiscono evitare.
  • Rischi di allergie: Alcuni cibi possono contenere ingredienti che causano reazioni allergiche in alcuni cuccioli.
 
Il cibo fatto in casa può offrire una freschezza e una personalizzazione che il cibo commerciale non può sempre garantire, ma richiede un impegno significativo per garantire che sia nutrizionalmente completo.
 
I cibi commerciali, d’altra parte, offrono praticità e sicurezza nutrizionale, che possono essere particolarmente utili durante la fase critica di crescita di un cucciolo. Se decidi di preparare cibo in casa, potrebbe essere utile alternarlo con cibo commerciale per assicurarti che il tuo cucciolo riceva tutti i nutrienti di cui ha bisogno.
 

Come preparare cibo casalingo per cuccioli

Se scegli di preparare il cibo in casa per il tuo cucciolo, ecco alcuni consigli:

  1. Consultare un veterinario o un nutrizionista veterinario: Prima di iniziare, è essenziale assicurarsi che la dieta sia bilanciata.
  2. Ingredienti di alta qualità: Utilizza solo carni magre, verdure sicure (come carote, zucchine e spinaci), e carboidrati complessi (come riso integrale o patate dolci).
  3. Proporzioni appropriate: Una regola generale per i cuccioli è 40% proteine, 50% verdure e 10% carboidrati.
  4. Cucinare senza condimenti nocivi: Non usare cipolla, aglio, sale eccessivo o spezie piccanti.
  5. Variazione: Alterna gli ingredienti per garantire una gamma di nutrienti e per evitare che il cucciolo si stanchi del cibo.

Snack e Masticazione per il cucciolo

I cuccioli hanno un bisogno naturale di masticare, soprattutto durante la fase della crescita dei denti. Masticare aiuta non solo a lenire il disagio delle gengive irritate ma anche a promuovere la salute dentale e a ridurre l’ansia.

Ecco alcune opzioni sicure e efficaci per snack e oggetti da masticazione:

Giocattoli per la Masticazione

  • Giocattoli in gomma robusta: Prodotti come quelli offerti da Kong sono ideali per i cuccioli in quanto sono durevoli e possono essere riempiti con cibi morbidi per mantenerli impegnati più a lungo.
  • Corde per masticare: Le corde, specialmente quelle intrecciate, sono ottime per la pulizia dei denti mentre il cucciolo mastica.
  • Giocattoli in nylon: Disponibili in diverse forme e dimensioni, sono particolarmente adatti per i masticatori più aggressivi.
 

Snack Commestibili

  • Ossa di cuoio commestibili: Sono popolari per i cuccioli perché durano a lungo e aiutano nella pulizia dei denti. Assicurati di supervisionare il tuo cucciolo mentre mastica per prevenire il rischio di soffocamento con pezzi grandi.
  • Bastoncini da masticare vegetali: Alternativa sicura e digeribile ai bastoncini di cuoio crudo, spesso fatti con ingredienti naturali come patate dolci.
  • Snack dentali specifici per cuccioli: Progettati per aiutare a pulire i denti e rinfrescare l’alito, questi snack sono dimensionati per cuccioli e formulati per essere più morbidi sui denti da latte.
 

Alimenti Naturali

  • Carote crude: Ottimo snack a basso contenuto calorico che aiuta a pulire i denti. Le carote intere possono anche lenire le gengive doloranti dei cuccioli.
  • Anelli di mela: Senza semi e senza il torsolo, possono offrire una piacevole masticazione.
  • Pezzetti di zucca cruda: Buoni per la digestione e sicuri per masticare.
 

Cosa Evitare:

  • Ossa vere e corna: Possono frammentarsi e causare lesioni orali o intestinali.
  • Oggetti domestici non sicuri: Evita di permettere al tuo cucciolo di masticare calzini, scarpe o altri oggetti non destinati alla masticazione. Potrebbero ingoiare pezzi che possono portare a blocchi intestinali.
  • Snack troppo duri: Evita snack che sono troppo duri per i denti da latte del cucciolo, come alcune ossa e giocattoli.
 

Controlla i giocattoli del cucciolo regolarmente e sostituiscili quando iniziano a rompersi. Fornire al tuo cucciolo molteplici opzioni sicure per masticare può aiutare a soddisfare il suo istinto naturale in modo sicuro e salutare, e salvare gli angoli delle porte, lo dico per esperienza!

Transizione dalla dieta da cucciolo a quella da adulto

La transizione dal cibo per cuccioli a quello per adulti è un passo importante nella vita del tuo cane. Ecco come gestire questa transizione in modo efficace e sicuro:

Quando Iniziare la Transizione

La tempistica per passare al cibo per cani adulti varia a seconda della taglia e della razza del cane:

  • Cani di piccola taglia (che raggiungono un peso fino a 10 kg da adulti): possono iniziare a passare al cibo per adulti all’età di 9-12 mesi.
  • Cani di taglia media (che raggiungono un peso da 10 a 25 kg): di solito passano al cibo per adulti a circa 12 mesi di età.
  • Cani di grande taglia (che peseranno più di 25 kg): possono richiedere cibo per cuccioli fino a 12-24 mesi a causa della loro crescita più prolungata.

Come Fare la Transizione

La transizione al cibo per adulti dovrebbe essere graduale per permettere al cucciolo di adattarsi ai nuovi nutrienti. Ecco i passaggi da seguire:

  • Introduzione Graduale: Inizia mescolando una piccola quantità di cibo per adulti con il cibo per cuccioli attualmente utilizzato. Un buon punto di partenza potrebbe essere una proporzione di 75% cibo per cuccioli e 25% cibo per adulti.
  • Aumento Progressivo: Nel corso di una settimana o due, aumenta gradualmente la quantità di cibo per adulti e riduci quella di cibo per cuccioli. Un approccio comune è passare a 50/50 dopo alcuni giorni, poi a 75% cibo per adulti e 25% cibo per cuccioli.
  • Completa Transizione: Dopo una o due settimane, dovresti essere in grado di alimentare il tuo cane solo con cibo per adulti.
 

Osserva attentamente il tuo cane per qualsiasi segno di disturbo digestivo, come diarrea o vomito. Se questi sintomi si verificano, potrebbe essere necessario rallentare il processo di transizione.

Controlla regolarmente le feci del tuo cane per assicurarti che mantengano una consistenza normale. Se hai dubbi sulla dieta del tuo cane o sulla transizione, è sempre una buona idea consultare un veterinario.

Articoli Correlati
Alimentazione e Tumore nei Cani: (Cibi Utili e Dannosi)
Pancreatite nel Cane e Alimentazione [Evita gli Errori]
Cane Epilettico e Alimentazione: [Cibi Sicuri e Cibi Nocivi]
Alimentazione e Comportamento del Cane: [Basta Stress]
Alimentazione Cucciolo di Cane: [Guida Definitiva 2024]
Insufficienza Renale nel Cane: [Cibi SI e NO]
Alimentazione del Cane con Diabete: [Cibi SI e NO]
Omega-3 e Omega-6 per il Cane: [I Cibi più Ricchi]
Carenza di Sali Minerali nel Cane: [Come Capirlo e Cosa Fare]
Vitamine Essenziali per i Cani: [Quali sono e Dove trovarle]
Fermenti Lattici al Cane: [Quando e Perchè]
Probiotici al Cane: (A Cosa Servono)
Diete per Cani (9 Piani Alimentari)
Cane Vegetariano: una Tendenza in Crescita, ma è Sicura?
Sensibilità Alimentare nei Barboncini: Allergia o Intolleranza?
Cibo Secco VS Cibo Crudo per Cani (Pro e Contro)
Alimentazione Casalinga per Cani: 7 Capitoli per iniziare
Dieta BARF per Cani: Guida Completa 2023
Diete Specifiche per Barboncino Toy con Problemi di Salute
Dieta per il Barboncino toy Anziano (Segreti Anti Invecchiamento)
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *