SoSi

Probiotici al Cane: (A Cosa Servono)

Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2024

Probiotici al cane: vediamo a cosa servono, benefici e controindicazioni.

In sintesi:

I probiotici migliorano la salute digestiva, immunitaria e generale dei cani, stabilizzando la flora intestinale e migliorando digestione e assorbimento dei nutrienti. Rinforzano anche il sistema immunitario, aiutano a gestire allergie e infiammazioni, e migliorano il benessere di pelle e pelo.

Scoprirai i cibi naturalmente ricchi di probiotici e quando bisogna dare questi integratori a cane.

Iniziamo:

Capitoli

Benefici dei probiotici per cani?

Probiotici per il cane, cane e cibi ricchi di probiotici come yogurt, kefir. come dare probiotici e prebiotici al cane e perchè?

I probiotici per cani offrono diversi benefici, possono migliorare la loro salute digestiva, immunitaria e generale.

Ecco una panoramica dettagliata di questi vantaggi:

Miglioramento della Salute Digestiva: I probiotici sono microorganismi vivi somministrati in quantità adeguate che conferiscono benefici alla salute intestinale dell’ospite.

Nel caso dei cani, essi aiutano a stabilizzare la flora intestinale, migliorando la digestione e l’assorbimento dei nutrienti. Studi condotti su cani hanno dimostrato che i probiotici possono ridurre la frequenza e la gravità di disturbi gastrointestinali come diarrea e costipazione.

Rinforzo del Sistema Immunitario: I probiotici interagiscono con il sistema immunitario del cane attraverso la mucosa intestinale, che è il primo punto di contatto per patogeni e antigeni.

Consumare probiotici può aiutare a stimolare una risposta immunitaria più efficace contro gli agenti patogeni, riducendo il rischio di infezioni nei cani. Ricerche hanno indicato che l’integrazione di probiotici nella dieta del cane può aumentare la produzione di anticorpi e potenziare le cellule immunitarie.

Effetti Benefici sul Comportamento e sull’Umore: Recenti studi hanno iniziato a esplorare il collegamento tra la salute intestinale e il comportamento nei cani, suggerendo che i probiotici possono avere un effetto positivo sull’umore e il comportamento. Questo è dovuto al fatto che l’intestino è conosciuto come il “secondo cervello” e produce molti degli stessi neurotrasmettitori che influenzano l’umore.

Prevenzione e Gestione di Allergie e Intolleranze: I probiotici possono aiutare a modulare la risposta immunitaria e ridurre l’infiammazione, risultando utili nella gestione delle allergie e delle intolleranze alimentari nei cani. Alcuni studi suggeriscono che possono diminuire la reattività a allergeni comuni.

Benefici alla Salute del Pelo e della Pelle: Mantenendo un equilibrio sano della flora intestinale, i probiotici contribuiscono anche alla salute della pelle e del pelo dei cani. Possono aiutare a ridurre le condizioni dermatologiche come l’eczema e migliorare la lucentezza e la salute del pelo.

Che differenza c’è tra i probiotici e fermenti lattici?

Parliamo ora della differenza tra probiotici e fermenti lattici, facciamo un pò di chiarezza:

I probiotici sono definiti come microorganismi vivi che, quando somministrati al cane in quantità adeguate, conferiscono un beneficio alla salute dell’ospite. Questi possono includere una vasta gamma di batteri e anche alcuni tipi di lieviti.

I probiotici sono intesi per colonizzare temporaneamente il tratto gastrointestinale, interagendo positivamente con la flora locale e il sistema immunitario dell’ospite.

I ceppi più comuni includono:

  • Lactobacillus
  • Bifidobacterium
  • Saccharomyces boulardii (un tipo di lievito)
 

Il termine Fermenti Lattici si riferisce a batteri che sono capaci di fermentare lo zucchero del latte, producendo acido lattico. Questi sono una sottocategoria dei probiotici.

Questo gruppo include principalmente batteri appartenenti alle famiglie dei Lactobacillus e dei Streptococcus, che sono comunemente utilizzati nella produzione di yogurt, kefir e altri prodotti lattiero-caseari fermentati.

Non tutti i fermenti lattici sono classificati come probiotici, poiché per rientrare in questa categoria, i batteri devono avere dimostrato di conferire benefici alla salute.

Fonti Comuni di Probiotici per Cani

Quando si considerano i probiotici per i cani, è importante scegliere opzioni che siano sicure e efficaci per il loro sistema digestivo specifico.

Mentre i cani possono beneficiare di alcuni dei medesimi alimenti fermentati che sono buoni per gli umani, è fondamentale selezionarli con cura e possibilmente discutere con un veterinario prima di introdurli nella dieta del cane.

Ecco alcune opzioni sicure e comunemente raccomandate:

Qual è il miglior probiotico naturale per il cane?

Yogurt Naturale: Lo yogurt naturale è una scelta sicura per i cani, purché non contenga zuccheri aggiunti o edulcoranti artificiali, che possono essere nocivi per i cani.

Lo yogurt contiene Lactobacillus, un tipo di batterio benefico che può aiutare a mantenere l’equilibrio della flora intestinale nel cane. È importante usare lo yogurt naturale in piccole quantità come trattamento occasionale.

Kefir: Il kefir, simile allo yogurt ma con una maggiore diversità di probiotici, è generalmente sicuro e potenzialmente più benefico per i cani rispetto allo yogurt.

Può aiutare a migliorare la digestione e supportare il sistema immunitario del cane. Anche qui, è essenziale assicurarsi che il kefir sia privo di zuccheri aggiunti e aromi artificiali.

Polveri Probiotiche Formulate per Cani: Per i cani, esistono anche polveri probiotiche specifiche che possono essere aggiunte direttamente al loro cibo.

Questi prodotti sono formulati specificamente per i cani e contengono ceppi di probiotici che sono stati dimostrati essere sicuri ed efficaci per loro. Questi supplementi sono spesso una scelta migliore poiché sono progettati per resistere agli acidi dello stomaco del cane, garantendo che i probiotici raggiungano l’intestino dove possono esercitare i loro effetti benefici.

Alimenti Fermentati Fatti in Casa: Se sei interessato a preparare alimenti fermentati in casa per il tuo cane, come il cavolo fermentato (sauerkraut) senza sale, è vitale farlo sotto la guida di un veterinario o di un esperto in nutrizione animale per assicurarti che sia sicuro e adatto al consumo del tuo cane.

Quando dare probiotico al cane?

Integrare i probiotici nella dieta del cane può essere molto vantaggioso in diverse situazioni.

Ecco quando è consigliato considerare l’uso di probiotici, come sceglierli adeguatamente e se è necessario somministrarli anche:

Quando è Necessario Integrare i Probiotici nella Dieta del Cane

  • Dopo un Trattamento Antibiotico: Gli antibiotici non discriminano tra batteri buoni e cattivi, uccidendo entrambi. Questo può disturbare l’equilibrio del microbioma intestinale del cane. Integrare i probiotici dopo un ciclo di antibiotici può aiutare a ripristinare la flora intestinale sana.
 
  • Problemi Digestivi: Se il tuo cane soffre di problemi digestivi cronici come diarrea, gas eccessivi o sindrome dell’intestino irritabile, i probiotici possono aiutare a stabilizzare il tratto digestivo.
 
  • Durante Periodi di Stress: Periodi di stress, come cambiamenti ambientali, viaggi o cambiamenti nella routine quotidiana, possono influenzare negativamente la flora intestinale del cane. I probiotici possono aiutare a mantenere l’equilibrio intestinale durante questi tempi turbolenti.
 
  • Supporto Immunitario: I probiotici possono rafforzare il sistema immunitario del cane, specialmente in cuccioli, cani anziani o cani con condizioni di salute compromesse.
 

Come Scegliere i Probiotici Adatti

  1. Ceppi Specifici: Cercare prodotti che contengano ceppi di probiotici specificamente studiati per cani, come Lactobacillus acidophilus o Bifidobacterium animalis.

  2. Formulazioni di Qualità: Preferire prodotti formulati per cani e garantire che siano di alta qualità, possibilmente raccomandati da un veterinario.

  3. Confezionamento e Conservazione: Verificare che i probiotici siano confezionati in modo da proteggere i batteri dall’aria e dalla luce, e che siano conservati correttamente per mantenere la loro efficacia.

Integrazione di Prebiotici e Probiotici

La somministrazione congiunta di prebiotici e probiotici, noto come approccio simbiotico, può essere particolarmente efficace. I prebiotici nutrono i probiotici, aiutando a garantire che questi ultimi possano colonizzare e funzionare efficacemente nell’intestino. Ecco alcuni consigli:

  1. Prodotti Simbiotici: Considerare prodotti che contengono sia prebiotici che probiotici per massimizzare i benefici alla salute intestinale del cane.

  2. Alimenti Naturali: Aggiungere alla dieta del cane alimenti naturali ricchi di prebiotici, come la cicoria, l’inulina o le banane, può supportare la crescita di probiotici somministrati.

  3. Consultazione Veterinaria: Consultare sempre un veterinario per capire le esigenze specifiche del tuo cane e se una combinazione di prebiotici e probiotici è raccomandata per la sua situazione.

Probiotici  per cane anziano

L’uso di probiotici con cani anziani può essere particolarmente benefico, poiché contribuiscono a sostenere la loro salute digestiva e immunitaria, che possono declinare con l’età.

Ecco i benefici specifici che possono offrire i probiotici per un cane anziano.

  1. Miglioramento della Funzione Digestiva: Con l’avanzare dell’età, il sistema digestivo di un cane può diventare meno efficiente. I probiotici aiutano a mantenere l’equilibrio della flora intestinale, facilitando una migliore digestione e assorbimento dei nutrienti.

  2. Supporto al Sistema Immunitario: I cani anziani possono avere sistemi immunitari più deboli. I probiotici possono rafforzare le difese immunitarie del corpo aiutando a combattere infezioni e patogeni.

  3. Riduzione delle Infiammazioni Intestinali: I probiotici possono aiutare a ridurre l’infiammazione cronica dell’intestino, un problema comune nei cani più anziani, migliorando così la loro qualità di vita generale.

  4. Prevenzione e Trattamento della Diarrea: I probiotici sono spesso raccomandati per trattare e prevenire episodi di diarrea, che possono essere più frequenti nei cani anziani a causa della loro sensibilità alimentare e vulnerabilità alle infezioni.

Come dare probiotico al cane?

Dare probiotici al tuo cane in modo efficace e sicuro richiede alcune considerazioni specifiche.

Ecco come somministrare probiotici, per quanto tempo dovrebbero essere dati, e alcuni consigli aggiuntivi sui prebiotici.

  1. Scegli il Formato Giusto: I probiotici per cani sono disponibili in diverse forme, inclusi polveri, capsule, e forme liquide. Scegli quello che è più facile da dare al tuo cane e che si adatta meglio alla sua routine alimentare.

  2. Durante i Pasti: Molti probiotici sono più efficaci quando somministrati con il cibo. Questo aiuta a proteggere i microrganismi vivi dagli acidi dello stomaco, aumentando la probabilità che raggiungano l’intestino.

  3. Segui le Istruzioni di Dosaggio: Usa il dosaggio raccomandato sul prodotto o fornito dal tuo veterinario. È importante non superare la dose consigliata, pensando che più probiotico equivalga a maggiore efficacia.

Per quanto tempo bisogna dare probiotici e prebiotici al cane?

Durata del Trattamento: La durata del trattamento con probiotici può variare a seconda della condizione che stai cercando di trattare. Per problemi acuti, come diarrea dopo un antibiotico, i probiotici possono essere somministrati per alcune settimane. Per condizioni croniche o per il supporto generale del sistema immunitario, il veterinario potrebbe raccomandare un uso più prolungato.

Uso Continuo o Ciclico: Alcuni esperti consigliano di dare probiotici continuativamente, mentre altri suggeriscono un approccio ciclico (ad esempio, due o tre settimane di trattamento, seguite da una pausa). Discuti con il tuo veterinario quale strategia è migliore per il tuo cane.

Monitoraggio e Valutazione: Monitora la risposta del tuo cane al trattamento e discuti eventuali modifiche con il veterinario. La loro condizione, comportamento e qualità delle feci possono indicare come stanno rispondendo al trattamento.

Miglior Probiotico per cani

La scelta del miglior probiotico per cani può dipendere da vari fattori, inclusi la condizione di salute specifica del cane, la sua età e la sua dieta. Tuttavia, alcuni prodotti probiotici sono universalmente riconosciuti per la loro qualità e efficacia.

Ecco alcuni probiotici per cani ben recensiti e raccomandati dai veterinari:

Purina Pro Plan FortiFlora

  • Descrizione: FortiFlora è uno dei probiotici più raccomandati dai veterinari. È progettato per aiutare con problemi diarroici e migliorare la salute intestinale.
  • Ceppi di Probiotici: Contiene Enterococcus faecium, che è noto per aiutare a stabilizzare la flora intestinale.
  • Formato: Viene in forma di polvere facile da somministrare, che può essere semplicemente sparsa sul cibo del cane.
 

VetriScience Laboratories – Probiotic Everyday

  • Descrizione: Questo supplemento è progettato per l’uso quotidiano per supportare la salute digestiva e immunitaria del cane.
  • Ceppi di Probiotici: Include ceppi diversi come Bacillus coagulans e specie di Lactobacillus, fornendo un ampio supporto al microbioma intestinale.
  • Formato: Disponibile in forma di gustosi bocconcini masticabili.
 

NomNomNow Probiotic Support

  • Descrizione: Questo è un supplemento probiotico creato da una società nota per il suo cibo per cani su misura e fresco.
  • Ceppi di Probiotici: Contiene una combinazione di ceppi, tra cui Lactobacillus reuteri e Lactobacillus acidophilus.
  • Formato: In polvere, facile da mescolare con qualsiasi tipo di cibo.
 

Nutramax Proviable Health Supplement for Cats and Dogs

  • Descrizione: Proviable è un prodotto che offre supporto a lungo termine per la salute gastrointestinale in cani e gatti.
  • Ceppi di Probiotici: Include molteplici ceppi come Bifidobacterium bifidum e Enterococcus faecium.
  • Formato: Disponibile sia in capsule che in kit con paste per fasi acute di disturbi digestivi.

Posso dare probiotici umani al cane?

È generalmente meglio evitare di dare probiotici formulati per gli umani ai cani. Ci sono alcune ragioni chiave per cui i probiotici specifici per cani sono più appropriati, le ho sintetizzate in 4 punti:

  • I probiotici per umani possono contenere ceppi diversi di batteri, che sono specificamente selezionati per essere benefici per l’ospite a cui sono destinati. I ceppi utilizzati nei probiotici per umani potrebbero non essere efficaci o potrebbero non comportarsi nello stesso modo nel tratto gastrointestinale dei cani.
 
  • Non tutti i ceppi probiotici sono ugualmente tollerati da cani e umani. Alcuni ceppi potrebbero essere sicuri per gli umani ma non per i cani, e viceversa. L’uso di probiotici formulati per cani assicura che siano sicuri e appropriati per il consumo animale.
 
  • I probiotici per gli umani sono dosati in modo da essere efficaci per il tratto gastrointestinale umano, che differisce in dimensioni e composizione della flora dal tratto gastrointestinale dei cani. Utilizzare un prodotto progettato per cani aiuta a garantire che il dosaggio sia appropriato.
 
  • I probiotici umani possono contenere additivi o eccipienti che non sono sicuri per i cani. Ad esempio, alcuni potrebbero contenere xilitolo, un edulcorante sicuro per gli umani ma tossico per i cani.

Come riequilibrare l'intestino del cane?

Riequilibrare l’intestino del cane richiede un approccio attento e, spesso, l’assistenza di un veterinario. Ecco come capire se il tuo cane ha problemi intestinali, come affrontare la presenza di batteri nocivi e cosa dare da mangiare a un cane con l’intestino infiammato.

Come Capire se il Cane ha Problemi Intestinali

Sintomi Comuni:

  • Diarrea o feci molli
  • Costipazione
  • Gas eccessivo
  • Gonfiore addominale
  • Vomito
  • Perdita di peso o appetito
  • Lethargia o cambiamenti nel comportamento
 

Controllo Veterinario: Se noti uno o più di questi sintomi, è essenziale portare il cane dal veterinario per una diagnosi accurata. Il veterinario potrebbe suggerire analisi come esami fecali, esami del sangue o ecografie per capire meglio la causa dei sintomi.

Come Eliminare i Batteri Cattivi nell’Intestino del Cane

Per eliminare i batteri cattivi dall’intestino del cane ci sono vari modi, scopriamoli insieme:

  1. Antibiotici: In alcuni casi, il veterinario può prescrivere antibiotici per trattare infezioni specifiche causate da batteri nocivi. È cruciale seguire esattamente la prescrizione per evitare la resistenza agli antibiotici e altri problemi.

  2. Probiotici: L’integrazione di probiotici può aiutare a ristabilire una flora intestinale sana dopo o durante l’uso di antibiotici. I probiotici sono microrganismi benefici che possono sopprimere la crescita di batteri nocivi e promuovere una digestione sana.

  3. Dieta e Gestione dello Stile di Vita: Mantenere un ambiente pulito, ridurre lo stress e assicurarsi che il cane abbia una dieta equilibrata può aiutare a mantenere l’equilibrio dei batteri intestinali.

Cosa Dare da Mangiare al Cane con Intestino Infiammato

Dieta Blanda:

  • Riso bollito e pollo: Una dieta di riso bianco bollito con pollo cotto (senza pelle e ossa) può essere facilmente digeribile e aiutare a stabilizzare le feci.
  • Zucca: La zucca in scatola (senza zuccheri o spezie aggiunti) è un’altra opzione bene tollerata che può aiutare a regolare la digestione.
 

Alimenti Commerciali Specifici: Esistono cibi commerciali formulati specificamente per cani con problemi gastrointestinali. Questi alimenti sono progettati per essere facili da digerire e aiutare a ridurre l’infiammazione intestinale.

Evitare Alimenti Irritanti:

  • Riduci o elimina dal regime alimentare del tuo cane cibi grassi, speziati, o qualsiasi alimento a cui ha mostrato sensibilità o allergie in passato.
  • Evita cibi crudi durante un episodio di infiammazione intestinale, poiché possono essere più difficili da digerire e potenzialmente contaminati da patogeni.
 

Integrazione di Omega-3: Gli acidi grassi Omega-3, come quelli trovati nell’olio di pesce, possono aiutare a ridurre l’infiammazione intestinale.

Idratazione: Assicurati che il tuo cane rimanga ben idratato, soprattutto se ha avuto diarrea o vomito. L’acqua fresca e pulita dovrebbe essere sempre disponibile.

Effetti collaterali dei probiotici per i cani

I probiotici sono generalmente considerati sicuri per i cani, ma come qualsiasi supplemento, possono causare effetti collaterali in alcuni casi.

I probiotici fanno male al cane? vediamo quando:

Disturbi Gastrointestinali con probiotici

  • Gonfiore: L’introduzione di nuovi batteri nel sistema digestivo può causare una produzione eccessiva di gas, specialmente nei primi giorni di somministrazione.
  • Diarrea o feci molli: In alcuni casi, i probiotici possono alterare temporaneamente la consistenza delle feci, portando a diarrea o feci molli. Questo di solito si risolve da solo dopo pochi giorni.
  • Discomfort addominale: Alcuni cani possono sperimentare crampi o discomfort addominale.
 

Reazioni Allergiche ai Probiotici

Anche se rari, alcuni cani possono sviluppare reazioni allergiche ai ceppi di batteri presenti nei probiotici. I sintomi di una reazione allergica possono includere:

  • Prurito o eruzioni cutanee
  • Gonfiore, specialmente intorno al viso o alla bocca
  • Difficoltà respiratorie, se l’allergia è grave
 

Sovraccarico Immunitario

Per i cani con sistemi immunitari compromessi o malattie autoimmuni, i probiotici potrebbero stimolare eccessivamente il sistema immunitario. Questo può aggravare alcune condizioni esistenti o portare a reazioni immunitarie impreviste.

Interazione con Medicinali

I probiotici possono interagire con alcuni medicinali, inclusi antibiotici o farmaci immunosoppressori. Queste interazioni possono alterare l’efficacia dei farmaci o dei probiotici stessi.

Gestione degli Effetti Collaterali dei probiotici sui cani

Per minimizzare il rischio di effetti collaterali quando si somministrano probiotici al cane, considera i seguenti passaggi:

  • Introduzione Graduale: Inizia con una dose più bassa di quella raccomandata e aumenta gradualmente per permettere al sistema digestivo del cane di adattarsi.
  • Monitoraggio: Osserva attentamente il tuo cane per i primi giorni dopo l’introduzione dei probiotici. Prendi nota di qualsiasi cambiamento nel suo comportamento o nelle sue abitudini alimentari e digestive.
  • Consultazione Veterinaria: Parla con il tuo veterinario prima di iniziare i probiotici, specialmente se il tuo cane ha condizioni di salute preesistenti o sta assumendo altri farmaci.
 

In generale, mentre i probiotici sono sicuri per la maggior parte dei cani, è importante essere consapevoli dei potenziali effetti collaterali e gestire l’uso di questi supplementi in modo responsabile per garantire la salute e il benessere del tuo animale domestico.

Articoli Correlati
Alimentazione e Tumore nei Cani: (Cibi Utili e Dannosi)
Pancreatite nel Cane e Alimentazione [Evita gli Errori]
Cane Epilettico e Alimentazione: [Cibi Sicuri e Cibi Nocivi]
Alimentazione e Comportamento del Cane: [Basta Stress]
Alimentazione Cucciolo di Cane: [Guida Definitiva 2024]
Insufficienza Renale nel Cane: [Cibi SI e NO]
Alimentazione del Cane con Diabete: [Cibi SI e NO]
Omega-3 e Omega-6 per il Cane: [I Cibi più Ricchi]
Carenza di Sali Minerali nel Cane: [Come Capirlo e Cosa Fare]
Vitamine Essenziali per i Cani: [Quali sono e Dove trovarle]
Fermenti Lattici al Cane: [Quando e Perchè]
Probiotici al Cane: (A Cosa Servono)
Diete per Cani (9 Piani Alimentari)
Cane Vegetariano: una Tendenza in Crescita, ma è Sicura?
Sensibilità Alimentare nei Barboncini: Allergia o Intolleranza?
Cibo Secco VS Cibo Crudo per Cani (Pro e Contro)
Alimentazione Casalinga per Cani: 7 Capitoli per iniziare
Dieta BARF per Cani: Guida Completa 2023
Diete Specifiche per Barboncino Toy con Problemi di Salute
Dieta per il Barboncino toy Anziano (Segreti Anti Invecchiamento)
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *