SoSi

Fermenti Lattici al Cane: [Quando e Perchè]

Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2024

Fermenti lattici al cane: scopriamo insieme a cosa servono.

In sintesi:

I fermenti lattici aiutano i cani migliorando digestione e assorbimento dei nutrienti, rafforzando il sistema immunitario e prevenendo disturbi gastrointestinali. Vanno dati dopo episodi gravi di diarrea, dopo antibiotici e malattie intestinali. Le tempistiche dipendono da caso a caso, così come la quantità.

I fermenti lattici sono una sottocategoria di probiotici, se ti interessa l’argomento, l’articolo sui Probiotici per il Cane fa proprio al caso tuo!

Vediamo meglio quando dare e come dare fermenti lattici al cane, scoprirai i migliori cibi per il microbiota e quando invece i fermenti lattici possono fare male.

Iniziamo:

Capitoli

Si possono Dare i Fermenti Lattici ai Cani?

Fermenti Lattici al cane, microbiota intestinale e probiotici per il cane

Sì, è possibile dare i fermenti lattici ai cani, e spesso è anche consigliabile, non ti preoccupare, vedremo tutto nel dettaglio tra poco.

Ma prima:

Benefici dei Fermenti Lattici per i Cani

  1. Miglioramento della Digestione: I fermenti lattici, o probiotici, aiutano a mantenere un equilibrio salutare della flora intestinale, migliorando la digestione e l’assorbimento dei nutrienti.
  2. Supporto al Sistema Immunitario: Circa il 70% del sistema immunitario del cane si trova nel tratto gastrointestinale. I probiotici possono aiutare a rafforzare le difese immunitarie.
  3. Prevenzione e Trattamento di Disturbi: I fermenti lattici possono essere utili nella prevenzione e nel trattamento di disturbi come diarrea e infiammazione intestinale.
 

Per quanto tempo bisogna dare fermenti lattici al cane

La durata della somministrazione di fermenti lattici, o Probiotici, al tuo cane dipende da vari fattori, tra cui la condizione specifica che si sta cercando di trattare, la salute generale del cane, e le indicazioni del veterinario.

Ecco alcune linee guida generali per aiutarti a capire per quanto tempo potresti dover somministrare i probiotici al tuo cane:

Trattamento di Condizioni Specifiche

  1. Diarrea Acuta: Per casi di diarrea leggera o moderata, i probiotici sono generalmente somministrati per la durata dell’episodio di diarrea e possono continuare per alcuni giorni dopo che i sintomi si sono risolti, tipicamente per 5-7 giorni in totale.

  2. Dopo Terapia Antibiotica: Se i probiotici vengono utilizzati per ripristinare la flora intestinale dopo un ciclo di antibiotici, potrebbero essere necessari per almeno 2 settimane, e in alcuni casi fino a un mese, per aiutare a ristabilire completamente l’equilibrio del microbiota intestinale.

  3. Malattie Croniche Intestinali: In caso di condizioni croniche, come la malattia infiammatoria intestinale, i probiotici potrebbero essere raccomandati come parte del regime di trattamento a lungo termine, che potrebbe durare mesi o essere continuativo, a seconda delle indicazioni del veterinario.

Mantenimento della Salute Intestinale

Per cani che non hanno problemi intestinali evidenti ma che potrebbero trarre beneficio dal supporto regolare alla salute intestinale (ad esempio, cani anziani o quelli con una storia di sensibilità intestinale), i probiotici possono essere somministrati su base continua o intermittente. In questi casi, il veterinario potrebbe raccomandare periodi di somministrazione seguiti da pause, o un dosaggio ridotto continuativo.

Quando dare i fermenti lattici al cane?

I fermenti lattici possono essere un valido supporto per la salute intestinale dei cani in varie circostanze, inclusi i disturbi digestivi come il vomito e la diarrea.

Ecco delle indicazioni specifiche su quando e come dare i fermenti lattici ai cani in queste situazioni:

Fermenti Lattici al Cane con Vomito

I cani possono soffrire di vomito per una varietà di motivi, tra cui stress, malattie o disturbi alimentari. I probiotici possono aiutare a stabilizzare la flora intestinale e ridurre l’infiammazione.

  • Quando Somministrarli: Idealmente, i fermenti lattici dovrebbero essere somministrati dopo che il vomito è cessato per alcune ore, per permettere al tratto gastrointestinale di riposarsi.
  • Come Somministrarli: È consigliabile utilizzare una forma di probiotico facile da ingoiare e digerire, come una polvere o un liquido mescolato con una piccola quantità di cibo blando.
 

Fermenti Lattici al Cane con Diarrea

La diarrea può essere causata da infezioni, cibo inadatto, allergie o stress. I fermenti lattici possono contribuire a ripristinare l’equilibrio della microflora intestinale e accelerare il processo di guarigione.

  • Quando Somministrarli: I probiotici possono essere introdotti non appena si manifesta la diarrea per aiutare a stabilizzare l’intestino.
  • Come Somministrarli: Assicurarsi che il cane sia idratato e somministrare i probiotici insieme a cibo blando e facile da digerire. 
 

Fermenti Lattici al Cane: Stomaco Pieno o Vuoto?

I probiotici sono generalmente più efficaci quando somministrati a stomaco vuoto, poiché il pH acido dello stomaco pieno può distruggere alcuni dei microrganismi vivi prima che raggiungano l’intestino.

Tuttavia, se il cane ha lo stomaco sensibile, potrebbe essere meglio somministrarli con una piccola quantità di cibo.

Posso Dare Fermenti Lattici ai Cuccioli?

I fermenti lattici sono considerati sicuri anche per i cuccioli e possono essere particolarmente utili durante il periodo di svezzamento o dopo trattamenti antibiotici.

  • Quando Somministrarli: I probiotici possono essere utili per i cuccioli che soffrono di disturbi gastrointestinali lievi o per rafforzare il loro sistema immunitario.
  • Come Somministrarli: Scegliere formulazioni specifiche per cuccioli e seguire le indicazioni del veterinario per il dosaggio appropriato.

Microbiota dei cani

Il microbiota intestinale dei cani, come quello degli umani, è un complesso e delicato ecosistema di batteri che svolge un ruolo cruciale nella salute generale, nella digestione e nel sistema immunitario dell’animale.

Capire cosa può indebolire questo microbiota e come intervenire in caso di disturbi è fondamentale per mantenere il benessere del cane.

Fattori che indeboliscono il Microbiota dei Cani

I principali fattori che indeboliscono il microbiota del cane sono 6:

  1. Antibiotici: Sebbene necessari per trattare alcune infezioni, gli antibiotici possono disturbare l’equilibrio del microbiota intestinale, eliminando sia i batteri nocivi che quelli benefici.
  2. Alimentazione Inadeguata: Diete squilibrate o di bassa qualità possono non fornire i nutrienti necessari per sostenere un microbiota sano.
  3. Stress: Il stress cronico o acuto può influire negativamente sulla salute intestinale, alterando la composizione del microbiota.
  4. Malattie: Alcune condizioni patologiche, come le malattie infiammatorie intestinali, possono danneggiare direttamente il microbiota.
  5. Infezioni: Infezioni intestinali da parassiti, virus o batteri patogeni possono alterare la flora intestinale.
  6. Età: Con l’invecchiamento, il microbiota tende a diventare meno diverso e resiliente.
 

Cure per un Microbiota Sensibile o Debole del cane

La gestione di un microbiota intestinale compromesso nei cani richiede un approccio multifattoriale che include dieta, supplementazione e modifiche allo stile di vita.

Dieta e Nutrizione:

  • Alimenti Ricchi di Fibra: Integrare nella dieta fibre solubili e insolubili che aiutano a nutrire i batteri benefici. Alimenti come zucca e carote possono essere aggiunti al cibo del cane in forma cotta e frullata.
  • Dieta Bilanciata: Assicurarsi che la dieta sia ricca di proteine di alta qualità, grassi essenziali e carboidrati facilmente digeribili.
 

Probiotici e Prebiotici:

  • Probiotici: Somministrare probiotici specifici per cani può aiutare a reintrodurre batteri benefici nell’intestino.
  • Prebiotici: I prebiotici sono fibre che nutrono i batteri benefici già presenti nell’intestino. Prodotti contenenti inulina o fruttoligosaccaridi possono essere utili.
 

Gestione dello Stress:

  • Routine Regolare: Mantenere una routine quotidiana può ridurre lo stress del cane.
  • Esercizio Fisico: L’attività fisica regolare favorisce non solo la salute fisica ma anche quella intestinale e mentale.
 

Monitoraggio e Consultazione Veterinaria:

  • Visite Regolari dal Veterinario: Sottoporre il cane a controlli regolari per monitorare la sua salute intestinale e aggiustare il trattamento quando necessario.
  • Test Specifici: In alcuni casi, potrebbe essere necessario fare analisi fecali per valutare lo stato del microbiota e identificare eventuali patogeni.
 

Intervenire tempestivamente e con approcci mirati quando si rileva un indebolimento del microbiota può aiutare a prevenire problemi più seri e migliorare significativamente la qualità della vita del cane. Quindi attenzione ai segnali!

Alimenti per il Microbiota

Per promuovere una flora intestinale sana nei cani, è importante includere nella loro dieta alimenti che non solo sono ricchi di fermenti lattici, ma che sostengano anche la crescita di batteri benefici.

Ecco alcuni tipi di alimenti che possono essere benefici per il microbiota intestinale del cane:

1.Yogurt Naturale: 

  • Benefici:Lo Yogurt è ricco di probiotici naturali, come Lactobacillus e Bifidobacterium.
  • Precauzioni: Scegliere yogurt senza zuccheri aggiunti o dolcificanti artificiali, che possono essere dannosi per i cani. Assicurarsi che il cane non sia intollerante al lattosio.
 

2. Kefir

  • Benefici: Il Kefir è simile allo yogurt, ma contiene ancora più ceppi di batteri e lieviti benefici, rendendolo un potente probiotico.
  • Precauzioni: Anche qui, assicurarsi che sia naturale e senza aggiunte di zuccheri o aromi artificiali.
 

3. Fibre Prebiotiche

  • Alimenti: Verdure come carote, zucchine, e zucca; sono ricche di fibre che alimentano i batteri buoni nell’intestino.
  • Benefici: Le fibre prebiotiche aiutano a nutrire i batteri intestinali benefici e supportano una digestione sana.

Che fermenti lattici si possono dare ai cani?

Quando si tratta di scegliere i fermenti lattici, o probiotici, per i cani, è essenziale optare per prodotti specificamente formulati per loro, piuttosto che utilizzare quelli destinati all’uso umano.

I cani hanno un microbiota intestinale unico che può trarre beneficio da ceppi specifici di batteri. Ecco alcuni dei migliori tipi di fermenti lattici per cani e ciò che li rende adatti:

  1. Enterococcus faecium: Questo ceppo è spesso utilizzato nei probiotici per cani perché aiuta a stabilizzare la flora intestinale e può essere particolarmente utile durante e dopo il trattamento antibiotico.

  2. Lactobacillus acidophilus: Uno dei ceppi più comuni nei probiotici, è noto per il suo ruolo nel promuovere una digestione sana e nel supportare il sistema immunitario.

  3. Bifidobacterium animalis: Questo ceppo è specifico per gli animali e si è dimostrato efficace nel migliorare la frequenza e la consistenza delle feci nei cani.

  4. Lactobacillus rhamnosus: Aiuta a proteggere contro le infezioni del tratto gastrointestinale e può ridurre la frequenza di diarrea.

Migliori Fermenti Lattici per Cani

Quando parliamo di migliori fermenti lattici per cani non possiamo non nominare:

  • Purina Pro Plan FortiFlora: Questo è uno dei probiotici più raccomandati dai veterinari. È specificatamente formulato per cani e aiuta a ridurre la diarrea e a promuovere una sana flora intestinale.

  • Nutramax Proviable: Disponibile in capsule e in kit con pasta, questa formula contiene diversi ceppi di probiotici utili e prebiotici che supportano la ripopolazione del microbiota intestinale.

  • VetriScience Laboratories Vetri Mega Probiotic: Progettato per il supporto gastrointestinale in cani e gatti, contiene otto ceppi di batteri probiotici per aiutare a mantenere l’equilibrio della flora intestinale.

Posso dare fermenti lattici umani al cane?

È generalmente consigliato non dare ai cani i fermenti lattici formulati per gli umani. Ci sono diverse ragioni per questo:

Differenze nel Microbiota: I cani hanno un microbiota intestinale diverso da quello degli umani, quindi i ceppi di batteri presenti nei probiotici umani potrebbero non essere efficaci o appropriati per i cani. Per esempio, alcuni ceppi che sono benefici per gli umani potrebbero non avere lo stesso effetto nei cani.

Concentrazione e Dosaggio: I probiotici destinati agli umani spesso hanno concentrazioni e dosaggi che sono calibrati per il sistema digestivo umano. Questo può rendere difficile determinare la dose appropriata per un cane, potenzialmente portando a dosi insufficienti o eccessive.

Additivi e Dolcificanti: Alcuni probiotici umani contengono additivi, dolcificanti, o aromi che possono essere nocivi per i cani. Per esempio, il xilitolo, un dolcificante comune nei prodotti alimentari umani, è altamente tossico per i cani.

Sicurezza e Efficacia: I prodotti probiotici specifici per cani sono stati testati per sicurezza ed efficacia nei cani, il che garantisce che siano adatti e benefici per il loro consumo.

Enterogermina al Cane

Enterogermina è un probiotico noto che contiene il ceppo di Bacillus clausii, utilizzato frequentemente per trattare e prevenire disturbi intestinali come diarrea e disbiosi intestinale. Anche se è formulato per l’uso umano, può essere utilizzato anche nei cani sotto specifiche circostanze, ma sempre con cautela e idealmente sotto la supervisione di un veterinario.

Posso Dare Enterogermina al Cane?

Sì, è possibile somministrare Enterogermina ai cani. Tuttavia, essendo un prodotto formulato per gli umani, è fondamentale consultare un veterinario per assicurarsi che sia adatto e sicuro per il tuo cane specifico, soprattutto se il cane ha condizioni preesistenti o è sotto altri trattamenti.

Enterogermina al Cane: Dosaggio

Il dosaggio di Enterogermina per i cani può variare in base al peso e alla condizione specifica del cane. Generalmente, un veterinario potrebbe raccomandare:

  • Enterogermina 2 miliardi: Una o due fiale al giorno per cani di piccola taglia o cuccioli.
  • Enterogermina 4 miliardi: Una fiala al giorno per cani di media taglia, e due fiale al giorno per cani di grande taglia.
 

Enterogermina al cane con vomito o diarrea

Enterogermina può essere utile nel trattare episodi di diarrea nei cani, aiutando a ripristinare l’equilibrio del microbiota intestinale. Ancora una volta, la supervisione del veterinario è importante, specialmente per determinare la durata del trattamento.

Se il tuo cane soffre di vomito, Enterogermina può aiutare a stabilizzare la flora intestinale e supportare la ripresa della normale funzionalità gastrointestinale. Tuttavia, è importante che il vomito non sia sintomo di una condizione più seria che richiede trattamento veterinario immediato.

Enterogermina 2 Miliardi per Cani

Adatto per cani più piccoli o cuccioli, questo dosaggio più basso può essere un buon punto di partenza per trattare disturbi lievi del tratto gastrointestinale.

Enterogermina 4 Miliardi va Bene per i Cani?

Questa formulazione, come detto prima, può essere adeguata per cani di media e grande taglia, ma è sempre meglio avere la conferma e il dosaggio specifico dal veterinario. Questo dosaggio può essere utilizzato nei cani più grandi o come indicato dal veterinario. È essenziale seguire il consiglio professionale per evitare sovradosaggio o interazioni con altri farmaci.

Anche se Enterogermina può essere utilizzata nei cani, è importante che il suo uso sia guidato da un professionista veterinario per assicurare che sia sicuro e appropriato per la specifica situazione del tuo cane.

Bisogna monitorare sempre il cane per eventuali reazioni avverse e consultare il veterinario se si osservano cambiamenti preoccupanti nel comportamento o nella salute del cane dopo aver iniziato il trattamento con probiotici.

Controindicazioni dei Fermenti Lattici nel Cane

I fermenti lattici, comunemente noti come probiotici, sono generalmente considerati sicuri per i cani, ma ci sono alcune situazioni e condizioni in cui il loro uso potrebbe presentare dei rischi o richiedere particolare attenzione.

Ecco una panoramica delle possibili controindicazioni all’uso dei fermenti lattici nei cani:

Reazioni Allergiche: Anche se rare, alcune reazioni allergiche ai componenti specifici dei probiotici possono verificarsi. I sintomi possono includere prurito, eruzioni cutanee, difficoltà respiratorie, o gonfiore, particolarmente intorno al viso e alla gola.

Condizioni Preesistenti: Cani con condizioni di salute preesistenti, come quelle che coinvolgono il sistema immunitario compromesso o malattie croniche dell’intestino, potrebbero richiedere una gestione particolare. In questi casi, i probiotici potrebbero alterare la flora intestinale in modi imprevedibili.

Sovradosaggio: Anche se un sovradosaggio di probiotici è raro e generalmente non considerato pericoloso, potrebbe portare a disturbi digestivi, come gas eccessivi, gonfiore, o diarrea, soprattutto se somministrato in dosi molto elevate.

Qualità e Stabilità del Prodotto: L’efficacia e la sicurezza dei probiotici dipendono anche dalla loro qualità e dalla corretta conservazione. Probiotici di bassa qualità o mal conservati possono non solo essere inefficaci, ma anche diventare contaminati e potenzialmente nocivi.

Interazioni Farmacologiche: Sebbene rare, le interazioni tra probiotici e altri farmaci possono accadere. Ad esempio, alcuni probiotici possono influenzare l’assorbimento di farmaci contemporaneamente somministrati.

Antibiotico e fermenti lattici

L’uso combinato di antibiotici e fermenti lattici (probiotici) è un argomento rilevante nella gestione della salute intestinale dei cani, specialmente quando gli antibiotici sono necessari per trattare infezioni batteriche.

Gli antibiotici, pur essenziali per combattere le infezioni, possono avere effetti collaterali significativi sul microbiota intestinale.

Ecco una panoramica dettagliata su come gli antibiotici e i probiotici interagiscono e come possono essere gestiti insieme nel trattamento dei cani.

Impatto degli Antibiotici sul Microbiota Intestinale

Gli antibiotici tendono a essere non selettivi, uccidendo sia i batteri patogeni che quelli benefici all’interno dell’intestino. Questo può portare a una serie di problemi gastrointestinali, tra cui:

  • Diarrea: È uno degli effetti collaterali più comuni dell’uso di antibiotici, dovuto alla distruzione dei batteri benefici che aiutano nella digestione e nell’assorbimento dei nutrienti.
  • Sovracrescita di batteri nocivi: Con la riduzione dei batteri benefici, batteri meno desiderabili o patogeni, come Clostridium difficile, possono proliferare, causando ulteriori disturbi gastrointestinali.
 

Ruolo dei Fermenti Lattici

L’introduzione di probiotici durante o dopo il trattamento con antibiotici può aiutare a mitigare alcuni degli effetti negativi degli antibiotici sulla flora intestinale. I probiotici possono:

  • Ripopolare il Microbiota Intestinale: Introducendo specie benefiche di batteri, i probiotici possono aiutare a ristabilire un equilibrio salutare nel microbiota intestinale.
  • Prevenire la Diarrea Associata agli Antibiotici: Diversi studi hanno dimostrato che i probiotici possono ridurre l’incidenza e la durata della diarrea associata all’uso di antibiotici.
  • Rafforzare il Sistema Immunitario: Mantenendo un intestino sano, i probiotici possono anche contribuire a rafforzare le difese immunitarie del corpo.
 

Gestione Pratica di Antibiotici e Fermenti Lattici

  • Tempistica: È consigliabile somministrare probiotici ad alcune ore di distanza dagli antibiotici per ridurre il rischio che l’antibiotico uccida i batteri probiotici appena somministrati.
  • Selezione dei Probiotici: Scegliere un probiotico specifico per cani con ceppi dimostrati di sopravvivere all’ambiente gastrico e di colonizzare l’intestino efficacemente.
  • Durata del Trattamento: Continuare a somministrare i probiotici per un periodo dopo la fine della terapia antibiotica può aiutare a garantire che la flora intestinale sia completamente ripristinata.
Articoli Correlati
Alimentazione e Tumore nei Cani: (Cibi Utili e Dannosi)
Pancreatite nel Cane e Alimentazione [Evita gli Errori]
Cane Epilettico e Alimentazione: [Cibi Sicuri e Cibi Nocivi]
Alimentazione e Comportamento del Cane: [Basta Stress]
Alimentazione Cucciolo di Cane: [Guida Definitiva 2024]
Insufficienza Renale nel Cane: [Cibi SI e NO]
Alimentazione del Cane con Diabete: [Cibi SI e NO]
Omega-3 e Omega-6 per il Cane: [I Cibi più Ricchi]
Carenza di Sali Minerali nel Cane: [Come Capirlo e Cosa Fare]
Vitamine Essenziali per i Cani: [Quali sono e Dove trovarle]
Fermenti Lattici al Cane: [Quando e Perchè]
Probiotici al Cane: (A Cosa Servono)
Diete per Cani (9 Piani Alimentari)
Cane Vegetariano: una Tendenza in Crescita, ma è Sicura?
Sensibilità Alimentare nei Barboncini: Allergia o Intolleranza?
Cibo Secco VS Cibo Crudo per Cani (Pro e Contro)
Alimentazione Casalinga per Cani: 7 Capitoli per iniziare
Dieta BARF per Cani: Guida Completa 2023
Diete Specifiche per Barboncino Toy con Problemi di Salute
Dieta per il Barboncino toy Anziano (Segreti Anti Invecchiamento)
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *