SoSi

Carne di Cinghiale al Cane

Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2024

Dare carne di cinghiale al cane è sicuro?

I cani possono mangiare cinghiale, questa carne simile al maiale deve essere ben cotta e mai cruda, per eliminare parassiti e batteri come la Trichinella e la Brucella. Evitare le ossa ed i tagli di carne più grassi. Ha un alto contenuto proteico, ricca di minerali come ferro e zinco e Vitamina B12. 

Il cinghiale fa parte di un gruppo di 11 Carni Super Benefiche per il Cane, se anche tu sei incerta o hai sempre il dubbio se il tuo cucciolo può mangiare o no quella proteina, quella guida fa al caso tuo.

Sai come preparare la carne di cinghiale, quanto cinghiale può mangiare il tuo cucciolo e quando invece è assolutamente vietato?

Vediamolo insieme!

Capitoli

I cani possono mangiare la carne di cinghiale?

Cinghiale al cane. Carne di cinghiale al cane fa bene, i cani possono mangiare la carne di cinghiale

I cani possono mangiare la carne di cinghiale, ma è importante seguire alcune linee guida per garantire la loro sicurezza e benessere.

Prima di tutto, è cruciale cucinare bene la carne per eliminare eventuali parassiti e batteri che possono essere nocivi sia per i cani che per gli umani.

Inoltre, le ossa di cinghiale possono essere molto dure e rischiano di scheggiarsi, causando soffocamento o lesioni interne ai cani; pertanto, è meglio evitarle​​.

Anche se la carne di cinghiale può offrire benefici nutrizionali come un alto contenuto proteico e vari minerali essenziali per la crescita muscolare e il supporto al sistema immunitario, è importante considerare i potenziali rischi. Cani con condizioni di salute specifiche, come la pancreatite, potrebbero dover evitare carni ad alto contenuto di grassi come il cinghiale.

È fondamentale introdurre qualsiasi nuovo cibo gradualmente e in piccole porzioni, monitorando la reazione del cane e consultando un veterinario per consigli personalizzati​​.

Bisogna anche tenere conto dei rischi associati al consumo di carne di cinghiale cruda o poco cotta, che può portare a infezioni batteriche o parassitarie, come la trichinosi.

Alcuni parassiti e batteri, come la Brucella, sono diffusi nelle popolazioni di cinghiali selvatici e possono causare gravi malattie sia nei cani che negli esseri umani​​.

Benefici e Valori nutrizionali del cinghiale per i cani

La carne di cinghiale può essere una fonte alimentare benefica per i cani, offrendo una serie di vantaggi nutrizionali grazie al suo alto contenuto proteico e ai numerosi minerali e vitamine essenziali.

Si può dare carne di cinghiale al cane. Vediamo ora insieme i benefici ed i valori nutrizionali di questa carne selvatica.

Benefici Nutrizionali del Cinghiale per i Cani

Il cinghiale è ricco di proteine magre, che supportano la crescita e la riparazione muscolare, oltre a mantenere in salute organi e tessuti.

Questa carne è inoltre una fonte eccellente di acidi grassi monoinsaturi, che forniscono energia e possono aiutare a mantenere la salute della pelle e del pelo.

Tra i minerali presenti, il cinghiale è una buona fonte di zinco, ferro, niacina, selenio, tiamina e vitamina B6, tutti elementi che contribuiscono al benessere generale del cane, sostenendo il sistema immunitario e la vitalità​​​​.

Guardiamo ora i valori nutrizionali della carne di cinghiale per 100 grammi di alimento:

  • Calorie: circa 158 kcal
  • Proteine: circa 28.3 grammi
  • Grassi Totali: circa 3.3 grammi
    • Grassi Saturi: circa 1.2 grammi
    • Grassi Monoinsaturi: circa 1.5 grammi
    • Grassi Polinsaturi: circa 0.4 grammi
  • Colesterolo: circa 65 mg
  • Sodio: circa 51 mg
  • Potassio: circa 382 mg
  • Carboidrati Totali: 0 grammi
    • Fibre: 0 grammi
    • Zuccheri: 0 grammi
  • Vitamina B12: circa 1.3 µg 
  • Ferro: circa 2.7 mg 
  • Zinco: circa 2.4 mg

Come preparare il cinghiale per il cane

Carne di cinghiale al cane, vediamo come preparare il cinghiale per il cane seguendo questi 6 utili punti:

  1. Scegli la Carne Giusta: Assicurati di utilizzare carne di cinghiale di buona qualità. Se possibile, scegli carne che sia stata controllata per assicurarti che sia libera da malattie come la trichinosi, che può essere presente nella carne di cinghiale selvatico non controllata.

  2. Cottura: La carne di cinghiale deve essere cucinata completamente per eliminare eventuali parassiti o batteri. Cuoci la carne fino a che non raggiunga una temperatura interna sicura di 74°C (165°F). È preferibile cuocere la carne senza aggiungere grassi, spezie, o cipolle/aglio, che possono essere nocivi per il tuo cane.

  3. Taglio e Porzionamento: Dopo la cottura, lascia raffreddare la carne completamente prima di tagliarla in pezzi di dimensione adeguata al tuo cane. 

  4. Osserva le Ossa: Non includere ossa di cinghiale nella dieta del tuo cane. Anche se cotte, possono scheggiarsi e causare danni interni o soffocamento. Se desideri offrire al tuo cane i benefici delle ossa, considera alternative sicure come ossa e corni di cervo o orecchie di coniglio.

  5. Introduzione Graduale: Se il tuo cane non ha mai mangiato carne di cinghiale prima, introducila gradualmente nella sua dieta per evitare problemi digestivi. Inizia con piccole quantità e osserva come reagisce prima di aumentarne la porzione.

  6. Consultazione Veterinaria: Prima di fare qualsiasi cambiamento significativo nella dieta del tuo cane, parlane con il veterinario. Potrebbe fornire consigli specifici basati sulle esigenze di salute e nutrizionali del tuo cane.

Benefici della Carne di Cinghiale essiccata per il cane

La carne di cinghiale essiccata può offrire diversi benefici per il tuo cane, grazie al suo ricco profilo nutrizionale.

Ecco alcuni dei principali vantaggi:

  • Alto Contenuto Proteico: La carne di cinghiale essiccata è una fonte eccellente di proteine ad alto valore biologico, essenziali per il mantenimento e la riparazione dei tessuti muscolari del cane.

  • Bassa in Grassi: Essendo generalmente magra, soprattutto quando il grasso viene rimosso prima dell’essiccazione, la carne di cinghiale essiccata è un’opzione a basso contenuto di grassi, ideale per mantenere il peso ideale del cane e ridurre il rischio di obesità.

  • Ricca di Minerali e Vitamine: La carne di cinghiale fornisce minerali come il ferro, che contribuisce alla salute del sangue, e lo zinco, importante per la salute della pelle e del pelo. Contiene anche vitamine del gruppo B che supportano il metabolismo energetico e il funzionamento del sistema nervoso.

  • Migliore Salute Dentale: Masticare carne essiccata può aiutare a pulire i denti del cane, riducendo l’accumulo di tartaro e promuovendo una migliore igiene orale.

  • Privi di Additivi e Conservanti: Se preparati in casa senza l’aggiunta di spezie o conservanti nocivi, questi snack rappresentano un’alternativa più sana rispetto ad alcune opzioni commerciali che possono contenere additivi indesiderati.

  • Appetibilità: Molti cani apprezzano il sapore ricco e la consistenza della carne essiccata, rendendola uno snack molto gradito che può essere utilizzato anche come premio durante l’addestramento.

Quanto cinghiale può mangiare un cane

Carne di cinghiale al cane, quanta ne può mangiare?

La quantità di carne di cinghiale che un cane può mangiare dipende da diversi fattori, tra cui la taglia del cane, il livello di attività, eventuali condizioni di salute preesistenti e la dieta generale del cane.

Non esiste una regola universale applicabile a tutti i cani, ma ci sono alcune linee guida generali che puoi seguire per determinare la quantità appropriata:

  1. Cani di Piccola Taglia: Per i cani piccoli, la quantità di carne di cinghiale dovrebbe essere limitata a pochi piccoli pezzi al giorno per evitare problemi digestivi o squilibri nutrizionali, 30- 40 grammi di carne.

  2. Cani di Media Taglia: I cani di media taglia possono consumare una quantità moderata di carne di cinghiale, ad esempio, fino a 30-70 grammi al giorno, a seconda delle loro specifiche esigenze caloriche.

  3. Cani di Grande Taglia: I cani più grandi possono tollerare quantità maggiori, ma è sempre meglio procedere con cautela e iniziare con piccole quantità, ad esempio 50-150 grammi al giorno, aumentando gradualmente se non si osservano effetti negativi.

Quando il cinghiale fa male al cane

Dare carne di cinghiale al cane può essere pericoloso, vediamo insieme quando il cinghiale fa male al cane:

  • Crudo o Poco Cotto: La carne di cinghiale cruda o poco cotta può contenere parassiti come Trichinella spiralis, che causa la trichinosi, una malattia grave che può essere trasmessa ai cani (e agli umani). È essenziale cucinare bene la carne di cinghiale per eliminare questi parassiti.

  • Carne Contaminata: Anche se meno comune, la carne di cinghiale può essere veicolo di altre malattie trasmissibili, come la brucellosi. La manipolazione sicura e la cottura adeguata della carne sono cruciali per prevenire problemi di salute.

  • Intolleranze o Allergie Alimentari: Alcuni cani potrebbero essere intolleranti o allergici alla carne di cinghiale. Se noti sintomi come prurito, eruzioni cutanee, disturbi digestivi o altri segni di reazione allergica dopo che il tuo cane ha consumato carne di cinghiale, è importante interrompere l’alimentazione e consultare il veterinario.

  • Alimentazione Non Bilanciata: Fare del cinghiale l’unica fonte di proteine o un componente troppo prevalente nella dieta del cane può portare a uno squilibrio nutrizionale. Come per tutti gli alimenti, la varietà e l’equilibrio sono chiave per una dieta sana.

  • Ossa di Cinghiale: Le ossa, soprattutto se cotte, possono scheggiarsi e rappresentare un pericolo di soffocamento o causare lacerazioni nel tratto digestivo del cane. È sempre meglio evitare di dare ossa di cinghiale al tuo cane.

Proteine alternative al cinghiale per il cane

Quando si tratta di offrire proteine alternative al cinghiale per il tuo cane, ci sono diverse opzioni valide che possono essere integrate nella sua dieta.

Ognuna di queste fonti proteiche ha caratteristiche nutrizionali specifiche che possono essere benefiche per la salute del tuo cane, a seconda delle sue esigenze individuali.

Maiale: Il Maiale è una fonte comune di proteine per i cani, presente in molti alimenti commerciali. È relativamente ricco di proteine e contiene vitamine del gruppo B e minerali come il selenio. Tuttavia, è importante che la carne di maiale sia ben cotta per evitare il rischio di trasmissione di malattie come la pseudorabbia (malattia di Aujeszky) e la trichinosi.

Cervo: La carne di cervo è una proteina magra e ricca di ferro, che la rende una scelta eccellente per i cani con sensibilità alimentari o per quelli in sovrappeso. La carne di cervo ha un alto contenuto di proteine e offre una buona alternativa ipoallergenica per i cani che potrebbero avere intolleranze alle proteine più comunemente usate come il pollo o il manzo.

Manzo: Il manzo è una delle fonti proteiche più popolari e nutrienti per i cani, offrendo un’ottima quantità di proteine, ferro, zinco e vitamine del gruppo B. Il manzo può contribuire al mantenimento della massa muscolare e alla salute generale del tuo cane, ma come per tutte le carni, la qualità e la preparazione sono fondamentali.

Pecora e Agnello: L’agnello, in particolare, è spesso utilizzato in diete formulate per cani con sensibilità o allergie alimentari, poiché è considerato una proteina “nuova” per molti cani. La carne di pecora e agnello fornisce grassi sani, proteine e importanti nutrienti come il ferro, il zinco e le vitamine B. Queste carni tendono ad essere più grasse, quindi possono essere un’ottima scelta per cani con elevato fabbisogno energetico o per quelli che necessitano di aumentare di peso.

Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *