SoSi

Calamari Totani e Seppie ai Cani: [Cosa Sapere]

Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2024

Calamari, totani e seppie ai cani, possono mangiarli?

Il cane può mangiare i calamari e altri molluschi come totani e seppie. Detti anche molluschi cefalopodi sono poveri di grassi e ricchi di vitamine B12, A, Omega-3, zinco, selenio e fosforo. Meglio sempre cotti e attenzione all’osso che hanno al centro del corpo.

Dare pesce al cane non è sempre semplice, molti sono i rischi e non sempre il pesce si può dare ai nostri amici a quattro zampe. Se hai dubbi, la Guida Completa del Pesce per il Cane fa al caso tuo!

Sai come preparare i calamari e quando invece questi molluschi andrebbero assolutamente evitati?

Iniziamo:

Capitoli

Calamari, Totani e Seppie fanno bene al cane?

i calamari fanno bene ai cani, anche i totani e le seppie. Questi molluschi di mare possono essere mangiati dai cani.

I calamari, i totani e le seppie possono essere inclusi nella dieta dei cani, ma con alcune importanti precauzioni.

Questi molluschi non hanno tante proteine, se li confrontiamo con pesci come Merluzzo e Salmone.

Contengono grassi buoni come gli Omega 3 e sono fonti di vitamine del gruppo B e minerali essenziali come ferro, iodio, zinco e selenio, contribuendo a un’alimentazione equilibrata per il tuo amico a quattro zampe​​.

Tuttavia, è fondamentale che siano cotti in modo sano (al vapore, bolliti o grigliati), senza l’aggiunta di sale o spezie e offerti solo occasionalmente, in quantità moderate, per non interferire con la loro dieta principalmente​.

Per quanto riguarda le differenze tra i tre molluschi, i calamari e i totani hanno corpi stretti e affusolati, ma si distinguono per la consistenza della carne e per il colore della pelle.

I calamari tendono ad avere una carne più morbida e una pelle grigio-rosastra, mentre i totani hanno una carne leggermente più dura e una colorazione rosso-violacea.

Le seppie, d’altra parte, si distinguono per il loro corpo largo e tozzo, con una pelle dal colore grigiastro e striato​​.

Queste caratteristiche influenzano il loro uso in cucina e possono essere utili da conoscere quando si decide di includere questi alimenti nella dieta del proprio cane.

Nutrizionalmente, tutti e tre sono alimenti a basso contenuto calorico, con meno di 90 Kcal per 100 g, composti prevalentemente da proteine e con una minima percentuale di grassi e carboidrati, rendendoli adeguati anche per cani con esigenze dietetiche specifiche, come la necessità di perdere peso.

In conclusione, calamari, totani e seppie possono essere un’aggiunta salutare e gustosa alla dieta del tuo cane, a patto di considerarli come snack occasionali e non come alimenti principali.

Benefici e valori nutrizionali dei Molluschi Cefalopodi

I calamari, totani e seppie fanno parte della famiglia dei molluschi cefalopodi.

Ecco svelato il segreto di questo nome strano!

Parliamo ora in modo approfondito dei benefici nutrizionali dei calamari, totani e seppie per i cani:

  • Basso contenuto di grassi: Contengono pochi grassi, rendendoli ideali per una dieta a basso apporto calorico.
  • Ricchi di omega-3: Gli acidi grassi omega-3 supportano la salute del cuore e delle arterie.
  • Fonti di vitamine e minerali: Apportano importanti nutrienti come vitamina B12, A, E, zinco, selenio, fosforo e potassio.
  • Proprietà antinfiammatorie: Possono ridurre l’infiammazione e prevenire l’insorgenza di malattie croniche.
  • Sostegno alle funzionalità cerebrali: Contengono DHA, importante per la salute del cervello.
  • Benefici per la vista: Ricchi di vitamina A e omega-3, sostengono la salute degli occhi.
  • Proprietà antiossidanti: Proteggono le cellule dallo stress ossidativo.
 

Valori Nutrizionali per 100 grammi

  • Energia: Circa 68-75 kcal
  • Proteine: 11-14g
  • Lipidi: 1-2g, prevalentemente acidi grassi polinsaturi
  • Colesterolo: 65-70mg
  • Sodio: Moderato.
  • Acqua: 80g.
  • Minerali: Calcio (144 mg), Fosforo (189 mg), Ferro (0.2 mg), Potassio (145 mg), Zinco (3.10 mg), Magnesio (22 mg), Selenio (66 µg), Rame (1.20 mg), Manganese (0.02 mg), Iodio (20 µg).
  • Vitamine: Tiamina, Riboflavina, Niacina, Vitamina B6, Folati, Vitamina B12, Vitamina A, Vitamina E.

Come dare i Calamari, Totani e Seppie al Cane

Per preparare calamari, totani e seppie in modo sicuro e salutare per il tuo cane, segui queste semplici indicazioni.

Ricorda che, prima di introdurre nuovi alimenti nella dieta del tuo animale, è sempre meglio consultare il veterinario.

  1. Pulizia: Inizia pulendo accuratamente i molluschi. Rimuovi le interiora e, nel caso delle seppie, l’osso di seppia. Per i calamari e i totani, assicurati di togliere il becco e gli occhi.

  2. Lavaggio: Sciacqua bene sotto acqua corrente fredda per eliminare eventuali residui.

  3. Cottura: Cuoci i molluschi in acqua bollente per almeno 5-10 minuti. Evita l’uso di sale, spezie, olio o altri condimenti, che possono essere dannosi per il tuo cane.

  4. Raffreddamento: Lascia raffreddare completamente i molluschi prima di servirli al tuo cane.

  5. Porzionamento: Taglia i molluschi in pezzi piccoli specialmente se il tuo cane è di piccola taglia.

Nero di seppia al cane

Il nero di seppia, noto anche come inchiostro di seppia, è comunemente usato in cucina per colorare e insaporire i piatti.

Tuttavia, quando si tratta della dieta dei cani, è meglio procedere con cautela.

Anche se non esistono studi specifici che indichino il nero di seppia come tossico per i cani, ci sono alcune considerazioni da tenere in mente:

  1. Contenuto di Sodio: L’inchiostro di seppia può avere un alto contenuto di sodio, il che non è ideale per la dieta di un cane, specialmente per quelli con problemi di salute come malattie renali o cardiache.

  2. Potenziali Irritanti: Gli inchiostri possono contenere sostanze che potrebbero irritare lo stomaco del cane o causare reazioni allergiche in alcuni individui.

  3. Assenza di Benefici Nutrizionali: Non ci sono benefici nutrizionali noti che il nero di seppia apporterebbe alla dieta di un cane, rendendolo un’aggiunta superflua alla loro alimentazione.

Nel dubbio dato che il nero di seppia non ha alcun effetto benefico per il cane, meglio evitare!

Quanti Calamari può mangiare un Cane?

La quantità di calamari che un cane può mangiare dipende da vari fattori, come la taglia del cane, il suo stato di salute generale, e la dieta quotidiana che segue.

Parlando di calamari intendiamo anche seppie e totani, tanto sono praticamente uguali.

Come regola generale, gli snack o gli alimenti extra, compresi i calamari, non dovrebbero costituire più del 10% dell’apporto calorico giornaliero del cane, per assicurare che la maggior parte della sua dieta sia bilanciata e soddisfi tutte le sue esigenze nutrizionali.

Vediamo nel dettaglio quanti molluschi può mangiare un cane:

  • Piccola Taglia: Per un cane di piccola taglia, meno di 15-20 grammi di calamari cotti e senza condimenti potrebbe essere una quantità sicura come snack occasionale.
  • Media Taglia: Per un cane di media taglia, si potrebbe considerare una quantità di circa 50 grammi.
  • Grande Taglia: Per i cani di grande taglia, fino a 100 grammi di calamari potrebbero essere accettabili come trattamento occasionale.

I Calamari fanno male al Cane? Quando?

I cani possono mangiare i calamari, totani e seppie.

Tuttavia ci sono circostanze in cui potrebbero non essere la scelta migliore o potrebbero addirittura risultare dannosi.

Quando i Calamari, totani e seppie fanno Male al Cane

  • Allergie: Alcuni cani potrebbero essere allergici ai frutti di mare, inclusi i molluschi come i calamari. I segni di una reazione allergica includono prurito, gonfiore, problemi digestivi e difficoltà respiratorie.
  • Alto Contenuto di Sodio: Molti molluschi contengono naturalmente sodio, che, in grandi quantità, può essere dannoso per i cani, specialmente per quelli con problemi cardiaci o renali.
  • Rischio di Sovralimentazione: Come con qualsiasi trattamento, c’è il rischio di sovralimentazione, che può portare a obesità e problemi correlati.
  • Contaminazione: I molluschi possono accumulare tossine e contaminanti presenti nell’acqua, come metalli pesanti e batteri, che possono essere dannosi.
  • Preparazione: I calamari devono essere cucinati senza l’aggiunta di condimenti nocivi per i cani, come cipolla, aglio, sale e olio. I molluschi crudi possono essere particolarmente pericolosi a causa del rischio di batteri, virus e parassiti come l’Anisakis.
  • Porzioni Inadeguate: Dando al cane porzioni troppo grandi o troppo frequenti di molluschi si può disturbare l’equilibrio nutrizionale della sua dieta.

I cani possono mangiare i calamari fritti

I calamari fritti non sono consigliati per i cani. La frittura introduce vari fattori che possono essere dannosi per la salute del cane:

  1. Grassi Malsani: La frittura aumenta significativamente il contenuto di grassi, soprattutto grassi saturi e trans, che non sono salutari per i cani e possono contribuire a problemi di sovrappeso e malattie cardiache.

  2. Oli Utilizzati: Gli oli utilizzati nella frittura possono essere difficili da digerire per i cani e possono causare disturbi gastrointestinali come diarrea o vomito.

  3. Sale e Condimenti: I calamari fritti spesso contengono sale e altri condimenti che possono essere nocivi per i cani, causando problemi come disidratazione, squilibri elettrolitici e, in casi gravi, tossicità da sodio.

  4. Rischio di Pancreatite: L’alto contenuto di grassi dei calamari fritti può aumentare il rischio di pancreatite nei cani, una condizione infiammatoria del pancreas che può essere grave e richiedere cure veterinarie.

Osso di seppia al cane, Attenzione!

L’osso di seppia, è una fonte comune di calcio per gli uccelli e talvolta viene considerato anche per l’alimentazione di altri animali domestici.

Tuttavia, quando si tratta di cani, ci sono alcune importanti considerazioni da tenere a mente:

Rischio di soffocamento o ostruzione intestinale: Pezzi grandi o frammenti appuntiti dell’osso di seppia possono rappresentare un rischio di soffocamento o potrebbero causare ostruzioni nel tratto gastrointestinale se ingeriti.

Durezza: L’osso di seppia è abbastanza duro e può rappresentare un alto rischio di frattura dentale, soprattutto nei cani più anziani o in quelli con denti già danneggiati.

Fate attenzione quando pulite le seppie per i cani, anche i calamari ed i totani hanno un sottile osso trasparente, è più morbido ma comunque potenzialmente pericoloso.

Fate passare con le dita tutto il mollusco prima di cuocerlo e darlo al cane, così se ci sono residui di ossa li potete togliere.

Pesci alternativi sicuri al Calamaro, al Totano e alla Seppia

Le sarde, le aringhe, la sogliola e la platessa rappresentano alternative sicure e nutrienti ai calamari, totani e seppie per l’alimentazione del tuo cane.

Questi pesci offrono profili nutrizionali moolto più ricchi. 

Iniziamo:

Sarde: Le Sarde sono ricche di acidi grassi Omega-3, che supportano la salute della pelle, del pelo e delle articolazioni del cane. Forniscono proteine facilmente digeribili, importanti per la salute muscolare e il mantenimento di tessuti sani. Se servite con le lische (assicurandosi che siano abbastanza piccole da non causare problemi), le sarde possono essere una buona fonte di calcio.

Aringhe: Come le sarde, anche le Aringhe sono ricche di acidi grassi Omega-3 e forniscono una buona dose di vitamine D e B12. Gli Omega-3 contenuti contribuiscono alla salute cardiovascolare del cane.

Sogliola e Platessa:  Sia la Sogliola che la Platessa sono pesci magri, con bassi contenuti di grassi, rendendoli opzioni dietetiche eccellenti per cani in sovrappeso. La carne tenera di questi pesci è facilmente digeribile, ideale per cani con stomaci sensibili. Forniscono minerali come il fosforo e vitamine del gruppo B, utili per l’energia e la salute generale.

Articoli Correlati
Tonno al Cane: Fa Bene?
Frutti di Mare al Cane (La Guida)
Cozze e Vongole al Cane
I Cani possono Mangiare i GAMBERETTI
Calamari Totani e Seppie ai Cani: [Cosa Sapere]
Il Cane può mangiare il POLPO?
I Cani possono Mangiare le Aringhe?
Acciughe e Alici al Cane: [Si al Pesce Azzurro]
I Cani possono Mangiare le Sarde?
Orata al Cane: [Attenzione alle Lische]
Platessa al Cane
La Sogliola fa Bene al Cane?
Nasello al Cane: Si o No?
Trota al Cane: Pesce Sicuro?
Merluzzo al Cane: [Fa Bene?]
Salmone al Cane: (La Verità)
Pesce al Cane: [La Guida Definitiva]
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *