Coprofagia del Cane: [Come Risolvere]

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2024

Coprofagia del cane: perchè i cani mangiano le feci e come possiamo risolvere il problema?

In sintesi:

La coprofagia è l’atto di mangiare le feci proprie o di un altro animale. Deriva da carenze o eccessi dietetici, noia e stress, problemi digestivi o parassiti, o competizione alimentare. Per affrontare la coprofagia nel cane, bilancia la dieta, usa supplementi per rendere le feci meno attraenti, aumenta l’esercizio fisico e la stimolazione mentale.

Oltre alla coprofagia esistono altri Problemi Alimentari dei Cani come pica, anoressia, bulimia, obesità, polidipsia o consumo eccessivo di acqua e vomito post-pasto. Molto importante è conoscerli per saperli gestire quando li hai davanti, per questo c’è un articolo dedicato!

Iniziamo:

Capitoli

Perché i cani mangiano le feci?

Coprofagia nel cane, cane seduto con a fianco le sue feci

La coprofagia, ovvero l’atto di mangiare le proprie feci o quelle di altri animali, è un comportamento che può apparire inquietante per i proprietari di cani.

Tuttavia, questa pratica non è rara tra i cani e può essere innescata da una varietà di motivi. Comprendere le cause alla base di questo comportamento può aiutare i proprietari a intervenire in modo efficace.

Queste cause possono essere raggruppate in quattro categorie principali:

  • Fattori nutrizionali
  • Comportamentali
  • Medici
  • Ambientali.
 

Analizzare ciascuna di queste categorie fornisce una visione più completa del perché un cane possa sviluppare questo comportamento indesiderato e suggerisce possibili soluzioni per risolverlo.

Iniziamo:

Fattori Nutrizionali

Carenze Dietetiche Specifiche: La coprofagia nei cani può essere spesso scatenata da carenze nutrizionali. Studi veterinari hanno osservato che alcuni cani potrebbero mangiare feci per compensare la mancanza di minerali essenziali o vitamine. Se la dieta del cane non è bilanciata e manca, ad esempio, di vitamine del gruppo B, potrebbe essere spinto a cercare questi nutrienti altrove, anche nelle feci.

Eccessi Alimentari che Possono Provocare Questo Comportamento: Gli eccessi alimentari, specialmente di cibi non completamente digeribili, possono portare i cani a manifestare questo comportamento. Se un cane consuma più cibo di quanto possa effettivamente digerire, le feci possono contenere quantità non trascurabili di cibo non digerito, rendendole più appetibili.

Fattori Comportamentali

Noia e Mancanza di Stimolazione: La noia è un potente catalizzatore per comportamenti insoliti nei cani, inclusa la coprofagia. Cani che non ricevono sufficiente stimolazione fisica o mentale possono rivolgere la loro attenzione verso comportamenti distruttivi o inusuali come mangiare feci.

Ansia e Stress: L’ansia e lo stress possono influenzare notevolmente il comportamento del cane. In situazioni di stress o di ansia, i cani possono adottare comportamenti compulsivi come la coprofagia come meccanismo per alleviare la tensione.

Fattori Medici

Condizioni che Possono Indurre la Coprofagia: Diverse condizioni mediche possono indurre i cani alla coprofagia. Problemi digestivi come l’insufficiente assorbimento dei nutrienti, o la presenza di parassiti intestinali come i vermi, possono far sì che i cani trovino nelle feci un’insolita fonte di nutrienti.

Impatto dell’Ambiente

Effetti dell’Ambiente di Vita sull’Incoraggiamento di Questo Comportamento: L’ambiente in cui vive un cane può giocare un ruolo cruciale nel modellare il suo comportamento. Ad esempio, cani che vivono in spazi ristretti o in condizioni di elevata competizione alimentare (come nei rifugi o in case con molti altri animali) possono sviluppare la coprofagia come una forma di comportamento competitivo o per assicurarsi risorse scarse.

In conclusione, la coprofagia nei cani può essere il risultato di un complesso intreccio di fattori nutrizionali, comportamentali, medici ed ambientali. È fondamentale per i proprietari di cani collaborare con veterinari per identificare e trattare la causa alla radice di questo comportamento, che può includere modifiche alla dieta, aumentare la stimolazione mentale e fisica, o trattare eventuali condizioni mediche sottostanti.

La coprofagia può essere pericolosa per la salute del mio cane?

Sì, la coprofagia può essere potenzialmente pericolosa per la salute del tuo cane. Questo comportamento comporta alcuni rischi specifici:

  1. Trasmissione di malattie: Le feci possono contenere batteri, virus, e parassiti che possono causare malattie. Ad esempio, la parvovirus, un virus estremamente pericoloso e contagioso, può essere trasmesso attraverso le feci infette. Anche i parassiti intestinali come i vermi possono essere passati da un animale all’altro attraverso l’ingestione di feci contaminate.

  2. Problemi intestinali: Mangiare feci può portare a disturbi gastrointestinali, come vomito e diarrea. Se le feci contengono sostanze tossiche o oggetti indigesti, questi possono causare ulteriori problemi come occlusioni intestinali.

  3. Assunzione di sostanze tossiche: Se le feci ingerite contengono sostanze chimiche o farmaci (ad esempio, residui di farmaci antiparassitari) ciò può portare a intossicazioni o altre reazioni avverse nel cane.

  4. Problemi comportamentali: Se la coprofagia non viene affrontata, può diventare un comportamento abituale che è difficile da eliminare. Questo può influire negativamente sulla convivenza con il cane e sulla sua integrazione sociale, oltre a complicare le interazioni con altri cani e animali.

Come risolvere la coprofagia nel cane?

Vediamo ora come risolvere la coprofagia del cane.
 
Fortunatamente, esistono strategie efficaci per affrontare e potenzialmente eliminare questo comportamento indesiderato. Attraverso un approccio olistico che include modifiche dietetiche, arricchimento ambientale, tecniche di addestramento mirate e, se necessario, interventi medici, è possibile aiutare il proprio cane a superare questa pratica.
 
Questa panoramica esplorerà queste strategie, fornendoti gli strumenti necessari per migliorare il benessere del loro cane.
 

Modifiche Dietetiche

  • Bilanciamento della dieta: Assicurati che la dieta del tuo cane sia completa e bilanciata. In alcuni casi, l’aggiunta di vitamine e minerali può essere utile per correggere eventuali carenze che potrebbero indurre il cane a mangiare feci.
  • Supplementi enzimatici: Aggiungere supplementi enzimatici alla dieta può aiutare a migliorare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti, rendendo le feci meno attraenti.
  • Cibi poco appetibili: Alcuni proprietari hanno trovato utile l’aggiunta di sostanze che rendono il sapore delle feci sgradevole, come ad esempio prodotti specifici disponibili in commercio che si aggiungono al cibo del cane.
 

Arricchimento Ambientale

  • Esercizio regolare: Un programma di esercizi fisici regolare è fondamentale. L’esercizio aiuta a ridurre la noia e l’ansia e può distrarre il cane dal mangiare feci.
  • Giochi di stimolazione mentale: Utilizzare giochi di intelligenza e rompicapo che mantengono il cane mentalmente stimolato.
  • Interazione regolare: Dedicare tempo alla socializzazione e al gioco può migliorare significativamente il benessere generale del cane e distoglierlo da comportamenti indesiderati.
 

Addestramento e Comportamento

  • Comando “Lascia” o “No”: Insegnare comandi fermi può essere molto efficace. Questo permette di interrompere il cane nel momento in cui mostra interesse per le feci.
  • Rinforzo positivo: Premiare il cane quando ignora le feci o segue un comando può rafforzare il comportamento desiderato.
  • Distrattivi: Offrire alternative appetibili come giocattoli o snack può distogliere l’attenzione del cane dalle feci.
 

Interventi Medici

  • In alcuni casi, se la coprofagia è legata a problemi comportamentali come l’ansia, potrebbero essere prescritti farmaci ansiolitici. È importante consultare un veterinario per un esame completo al fine di escludere o trattare qualsiasi condizione medica sottostante che potrebbe contribuire al comportamento.

Prevenzione della Coprofagia

Per prevenire la coprofagia nel tuo cane, è importante adottare un approccio proattivo che va oltre le sole strategie di trattamento già discusse.

Qui di seguito ti ho elencato alcune misure preventive che possono aiutare a evitare l’insorgenza di questo comportamento:

    1. Monitoraggio costante: Supervisiona il tuo cane durante le passeggiate e nei momenti di gioco all’aperto per intervenire prontamente se mostra interesse verso le feci. Questo aiuta a prevenire la formazione dell’abitudine fin dall’inizio.

    2. Pulizia immediata: Rimuovi le feci dal giardino o dall’area in cui il tuo cane trascorre tempo all’aperto il più rapidamente possibile. Un ambiente pulito riduce l’opportunità per il cane di impegnarsi in questo comportamento.

    3. Controllo sanitario regolare: Effettua controlli veterinari regolari per assicurarti che il tuo cane sia libero da parassiti e goda di buona salute. Un cane in buona salute è meno incline a sviluppare comportamenti anomali come la coprofagia.

    4. Socializzazione precoce e adeguata: Far socializzare il tuo cane fin da giovane con altri cani ben educati può aiutare a prevenire comportamenti indesiderati. I cani imparano molto osservando i loro simili, quindi interagire con cani che non praticano la coprofagia può fungere da deterrente naturale.

    5. Dieta adeguata e regolare: Fornire al tuo cane pasti a orari regolari e evitare di lasciare cibo a disposizione quando non è l’ora del pasto può prevenire l’abitudine di cercare cibo o sostituti di cibo, come le feci.

    6. Riduzione dello stress: Mantenere un ambiente domestico tranquillo e prevedibile per il tuo cane aiuta a minimizzare lo stress, che può essere un fattore scatenante per la coprofagia. Tecniche di riduzione dello stress possono includere spazi propri sicuri per il cane, routine quotidiane costanti e tempo tranquillo lontano da stimoli eccessivi.

Ci sono razze di cani più inclini alla coprofagia?

Sì, alcune ricerche indicano che certe razze di cani possono essere più inclini alla coprofagia, sebbene il comportamento possa presentarsi in qualsiasi cane.

Non è del tutto chiaro se questa propensione sia dovuta a fattori genetici, comportamentali o di gestione del cane. Tuttavia, è stato osservato che razze come Labrador Retriever, Beagle, e Terrier tendono a mostrare una maggiore propensione a questo comportamento.

Questo potrebbe essere parzialmente spiegato dalla loro grande appetito e dalla loro natura generalmente curiosa e propensa a esplorare l’ambiente anche con la bocca.

È importante sottolineare che, indipendentemente dalla razza, la coprofagia può essere influenzata da una varietà di fattori come la dieta, l’ambiente, lo stato di salute e le condizioni di stress. Pertanto, i proprietari di qualsiasi razza dovrebbero essere attenti ai segnali e proattivi nella gestione di questo comportamento per garantire la salute e il benessere del loro cane.

Articoli Correlati
Attenzione

Disclaimer: Le informazioni fornite in questi articoli sono basate su ricerca e esperienza personale e sono offerte esclusivamente a scopo divulgativo e informativo. Questi contenuti non sono destinati a fornire consigli veterinari, a formulare diagnosi, o a prescrivere trattamenti per il tuo animale domestico. È fondamentale non utilizzare queste informazioni per sostituire il rapporto diretto tra veterinario e paziente o la visita specialistica veterinaria. Incoraggiamo i proprietari degli animali a consultare sempre un veterinario qualificato per qualsiasi domanda o preoccupazione riguardante la salute e il benessere dei loro cani. Questi articoli dovrebbero servire come punto di partenza per esplorare temi di interesse e stimolare la curiosità, ma le decisioni relative alla cura del tuo animale domestico dovrebbero sempre essere prese in collaborazione con un professionista veterinario. In caso di dubbi o per discutere l’applicabilità di qualsiasi informazione a situazioni specifiche, contatta direttamente il tuo veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *