SoSi

Caffè al Cane: (Attenzione alla Caffeina)

Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2024

Caffè al cane, cane circondato da caffè, macchine per il caffè e caffeina

Caffè al Cane? Meglio di NO.

Il caffè contiene caffeina, tossica per i cani, la dose letale è circa 150 mg/kg (3 tazzine per kg di peso). Gli effetti della caffeina sono: accelerazione cardiaca, ipertensione, disturbi gastrointestinali e nervosismo. 

La storia di Elisa ti farà riflettere.

Iniziamo:

Capitoli

Perchè il Caffè fa male ai Cani

Il caffè è nocivo per i cani.

I cani hanno una sensibilità particolare alla caffeina, un potente stimolante che agisce sul sistema nervoso centrale e cardiaco dei cani, provocando tremori, problemi cardiaci e problemi respiratori.

La loro bassa tolleranza rende anche piccole quantità di caffè, molto pericolose.

Sai che sono 23 i Cibi più Tossici per il Cane. Questi alimenti sono molto comuni nella nostra dieta e alcuni sono veramente impensabili! Il Caffè fa parte di questi cibi, ma quali saranno gli altri?

Dose Letale di Caffeina nei Cani

La dose letale di caffeina per i cani varia a seconda del loro peso e dimensioni.

In generale, è letale a concentrazioni di 150 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo.

Ad esempio, per un cane di 10 kg, una dose letale di caffeina potrebbe corrispondere a circa 30 tazzine di caffè, considerando una media di 50 mg di caffeina per tazzina.

Lo so sembra molto ma qui stiamo parlando di DOSE LETALE.

A volte basta anche solo una tazzina per creare disagi al nostro amico.

Caffè al Cane: Fattori di Rischio e Variabili

Le due principali variabili che influenzano il rischio di assunzione di caffeina nei cani sono:

Dimensione dell’animale: Un cane più piccolo, come un Chihuahua, ha una soglia di tolleranza molto più bassa rispetto a un cane più grande, come un pastore tedesco.

 

Concentrazione di Caffeina: La caffeina si trova non solo nel caffè, ma anche in alimenti come il cioccolato, che contiene anche la teobromina, un altro stimolante pericoloso per i cani.

Le preparazioni a base di caffè possono variare nella concentrazione di caffeina, rendendo alcuni prodotti più pericolosi di altri.

Attenzione alle bevande energetiche, ai dolci e a preparati commerciali.

Spesso si associa la caffeina al caffè, questo è un grande sbaglio, la caffeina è presente in moltissimi cibi destinati all’alimentazione umana.

La Storia di Elisa e il suo cucciolo Birillo

Un mattino, Elisa si concesse un momento di pace, preparando il suo caffè decaffeinato.

Seduta comodamente sul divano di fronte alla TV, con la sua tazza fumante sul tavolino, si sentiva rilassata.

Improvvisamente, il campanello suonò, interrompendo quel tranquillo scenario. Alzandosi con riluttanza, si diresse verso la porta.

Era il vicino, con una richiesta d’aiuto per una piccola faccenda di casa. Dopo qualche minuto di chiacchierata, la signora Rossi tornò al salotto, solo per scoprire che la sua tazza di caffè era vuota.

Il suo amato Barboncino, Birillo, era lì, che si leccava le labbra con un’aria innocente.

Un brivido di panico la percorse. Aveva letto che il caffè è velenoso per i cani!

Senza esitare, afferrò Birillo e corse alla clinica veterinaria più vicina con il cuore in gola.

Durante il tragitto, pensieri di rimorso e paura la assalivano: “Come ho potuto essere così negligente?”

Giunti in clinica, mentre attendevano il veterinario, un pensiero le illuminò la mente: il caffè era decaffeinato! Con un misto di sollievo e imbarazzo, spiegò la situazione al dottore.

Dopo un controllo, il veterinario confermò che Leo stava bene.

Anche se era decaffeinato, è sempre meglio fare attenzione”, consigliò con un sorriso.

Tornata a casa, con Birillo al suo fianco, Elisa si fece una promessa a se stessa, bisogna prestare maggiore attenzione.

Da quel giorno, ogni volta che preparava il caffè, si assicurava che Birillo non fosse nei paraggi, e ogni mattina, guardando il suo fedele compagno, si sentiva grata per la sua incrollabile compagnia e per la lezione imparata: anche un piccolo errore può essere un’opportunità per crescere e migliorare.

Prestate attenzione sempre!

Sintomi dell'Avvelenamento da Caffè nel Cane

L’assunzione di caffeina può trasformare rapidamente il comportamento del tuo cane.

Da un momento all’altro, potresti notare un cambiamento drastico: il tuo amico peloso diventa stranamente iperattivo e inquieto, come se avesse perso la ragione.

Questo stato di agitazione può essere accompagnato da un respiro pesante e accelerato, segno di un aumento della pressione sanguigna e di un battito cardiaco anormalmente veloce.

Nei casi più estremi, questi sintomi possono degenerare e portare a convulsioni, anche violente.

Caffè al Cane: Sintomi Comportamentali e Fisici

I cani possono manifestare una serie di sintomi dovuti al caffè, tra cui:

  • Nervosismo: Il tuo cane può sembrare in preda a un’agitazione incontrollabile.
 
  • Battito Cardiaco Irregolare: Un cuore che corre all’impazzata, un segnale d’allarme impossibile da ignorare.
 
  • Tremori: Spasmi e convulsioni possono prendere il sopravvento sul corpo del tuo cane.
 
  • Disturbi Digestivi: Vomito e diarrea possono essere sintomi preoccupanti.
 
  • Difficoltà Motorie: Cambiamenti nel modo di camminare o deambulare.
 
  • Segni Fisici Allarmanti: Se le mucose iniziano a impallidire, è un segno che qualcosa non va.
 
  • Sete Insaziabile: Un bisogno improvviso e intenso di bere acqua
 

Dopo quanto si manifestano i primi sintomi da intossicazione

I sintomi possono apparire in un battibaleno, solitamente entro 30 minuti a un’ora dall’ingestione, ma il loro impatto può persistere per oltre mezza giornata, variando in base alla quantità di caffeina assorbita dal tuo cane​​.

Anche una piccola quantità può essere critica: circa 25 mg di caffeina per ogni kg di peso del tuo cane sono sufficienti per scatenare questo caos.

Ti ricordo che in media una tazzina di caffè espresso contiene tra i 30 e i 50 milligrammi di caffeina.

Questo valore può aumentare fino a 95-165 milligrammi di caffeina per una tazza di caffè filtrato o preparato in modo più tradizionale, a causa del volume maggiore di liquido.

 

Cosa fare se il cane ha bevuto caffè

Cosa possiamo fare se ci accorgiamo che il nostro cane ha bevuto o mangiato qualcosa col caffè.

Ecco una lista dettagliata, passo a passo da seguire scrupolosamente:

Valutazione e Primo Intervento

  • Rimozione del Caffè: Rimuovere immediatamente ogni residuo di caffè dalla portata del cane.
 
  • Valutazione della Quantità Ingerita: Stimare la quantità di caffè ingerita dal cane, considerando anche il tipo di caffè (espresso, decaffeinato, ecc.) e eventuali additivi (cioccolato, panna, dolcificanti artificiali).
 

Contatto con il Veterinario

  • Consultazione Immediata: Chiamare subito il veterinario o una linea di soccorso per animali avvelenati, per ricevere consigli medici specifici.
 
  • Informazioni da Fornire: Comunicare al veterinario il peso del cane, il tipo e la quantità di caffè ingerita, e osservare eventuali sintomi di tossicità.
 

Trattamento Medico

  • Induzione del Vomito: Questo può essere necessario se il cane ha bevuto caffè di recente. Questa procedura deve essere eseguita solo dal veterinario, poiché può essere rischiosa se fatta in modo errato.
 
  • Terapie di Supporto: Somministrazione di fluidi intravenosi per eliminare la caffeina dal sistema del cane e, se necessario, farmaci per controllare le convulsioni o regolare i ritmi cardiaci.
 

Monitoraggio e Cura Post-Trattamento

  • Osservazione dei Sintomi: Monitorare il cane per eventuali sintomi di tossicità da caffeina, che possono includere respirazione rapida, palpitazioni cardiache, tremori muscolari, agitazione, vomito e, nei casi più gravi, convulsioni, coma o morte.
 
  • Cure Post-Trattamento: Seguire attentamente le istruzioni del veterinario e monitorare il cane per qualsiasi segno di avvelenamento da caffeina.
 

Prevenzione

  • Sicurezza Alimentare: Conservare caffè e prodotti a base di caffè in luoghi inaccessibili al cane.
 
  • Educazione Familiare: Assicurarsi che tutti i membri della famiglia e gli ospiti siano consapevoli dei pericoli del caffè per i cani.

Il caffè decaffeinato è sicuro per i cani?

Tutte le cose che iniziano con Caffè non fanno bene hai cani, il caffè decaffeinato, è più sicuro del caffè normale ma questo non vuol dire che faccia bene.

Anche il caffè decaffeinato contiene tracce di caffeina, benché in quantità notevolmente ridotte rispetto al caffè normale.

La decaffeinizzazione elimina fino al 97% della caffeina, lasciando circa 2-6 mg di caffeina per tazza.

Questa piccola quantità di caffeina può comunque essere nociva per i cani di piccola taglia se ingeriscono una quantità significativa di caffè.

Succede la stessa cosa per le bevande energizzanti o per la Coca Cola, anche queste bevande hanno caffeina, bisogna stare attenti!

Rischi Associati al Caffè Decaffeinato

  • Methylxanthine e Teobromina: Il caffè decaffeinato contiene methylxanthine e teobromina, stimolanti che possono causare vomito, diarrea, tremori, convulsioni e persino la morte nei cani.
 
  • Altri Ingredienti Nocivi: Anche altri ingredienti del caffè decaffeinato, come antiossidanti, tannini e acidi, possono irritare il tratto digestivo dei cani, provocando vomito, diarrea e dolore addominale.
 

Bisogna ricordare che per un intossicazione da caffeina provocata dal caffè decaffeinato ce ne vuole.

In linea di massima fa sicuramente più bene del caffè normale ma questo non vuol dire che ha senso dare caffè decaffeinato al cane!